Sulla nuova custom touring di Indian debutta il PowerPulse, bicilindrico a V da 1.769 cc. Due le versioni: Dark Horse e Limited. La vedremo ad Eicma 2019

Indian Motorcycle non attende Eicma 2019, e svela ad una settimana dal Salone di Milano la sua novità più attesa: Indian Challenger, una bagger tutta muscoli che porta in dote il nuovo bicilindrico PowerPulse e allarga la famiglia di turistiche del marchio di Springfield.

Il motore

Quello del PowerPulse è stato un esordio tanto atteso quanto annunciato da mesi, grazie a brevetti e immagini “rubate” durante lo sviluppo del V2 di 60°.

Raffreddato a liquido  con cilindri alettati, il bicilindrico conta su una distribuzione a singolo albero a camme in testa con 4 valvole per cilindro, regolatori del gioco valvole e tendicatena idraulici per l’albero a camme. Soluzioni che, secondo l’azienda, dovrebbero garantire interventi di manutenzione più ampi.

Parlando di cifre, il nuovo bicilindrico a V PowerPulse ha una cubatura di 1.769 cc, ed è in grado di sviluppare una potenza di 122 CV e un picco di coppia che arriva fino a 178 Nm a 3.800 giri/min.

Frizione assistita, cambio a 6 marce con overdrive e acceleratore elettronico con 3 riding mode (Rain, Standard e Sport) per la gestione della potenza.

La ciclistica

Sul telaio in alluminio pressofuso troviamo una forcella a steli rovesciati da 43 mm e un monoammortizzatore FOX regolabile, capaci rispettivamente di un’escursione di 103 e 114 mm.

Sulla prima c’è un cerchio da 19” con una coppia di dischi flottanti da 320 mm morsi da pinze Brembo ad attacco radiale e a 4 pistoncini, mentre al posteriore si trova un cerchio da 16” con disco singolo da 298 mm con pinza a due pistoncini.

La moto calza pneumatici Metzeler Cruisetec 130/60 all’anteriore e 180/60 al posteriore. Il peso a secco varia dai 361 kg della Dark Horse ai 365 della Limited.

Fotogallery: Indian Challenger Eicma 2019

Lo stile

L’elemento nuovo e di spicco della Challenger è la grande carenatura centrale, con il gruppo ottico LED dal disegno inedito e parabrezza regolabile in più step, con escursione di 7,5 cm).

L’imponenete fairing nasconde due strumenti analogici (tachimetro e contagiri) e un TFT con display touchscreen da 7”. A completare le sovrastrutture il serbatoio da 22,7 litri di capienza e le borse laterali rigide.

indian challenger 2020
indian challenger 2020

La tecnologia

Dal già citato TFT da 7” si accede alla connettività Bluetooth con lo smartphone, ma anche al sistema “Smart Lean Technology”, che gestisce la piattaforma inerziale di Bosch controllando così ABS e controllo di trazione, entrambi con funzionalità Cornering, e il controllo di coppia in rilascio.

Disponibilità e prezzi

La Indian Challenger sarà disponibile da marzo 2020 in doppia versione: Dark Horse, nelle colorazioni Thunder Black Smoke, Sandstone Smoke e White Smoke, arricchite da dettagli e parti in nero opaco, e Limited, in Thunder Black Pearl, Deepwater Metallic e Ruby Metallic. Il prezzo per il mercato europeo non è stato ancora comunicato.