Yamaha allarga la gamma dei suoi veicoli a 3 ruote con il nuovo Tricity 300 e con il prototipo MW-Vision

Presentato al Tokio Motor Show e pronto a debuttare sul mercato italiano, il nuovo Tricity 300 punta alla fascia alta del segmento Urban Mobility e potrà essere guidato anche con patente B.

Ruote basculanti e 300 cc

Yamaha Tricity 300 è il quarto veicolo del Marchio giapponese ad utilizzare la tecnologia Leaning Multi-Wheeler che regola il basculamento della coppia di ruote anteriori, affiancando i "fratelli" Tricity 125 e 155 e la Niken, innovativa moto spinta dal tre cilindri di 850 cc e 115 cv.

Con molta probabilità il motore sarà lo stesso “Blue Core” attualmente in dote all’XMax, un monocilindrico raffreddato a liquido da 292 cc e 28 CV. In Italia sarà possibile guidarlo anche con patente B, purché compiuti i 21 anni.

Yamaha Tricity 300

Derivato direttamente dal prototipo 3CT che aveva suscitato diversi consensi durante la sua prima apparizione nel 2018, il Tricity 300 mette in luce linee piuttosto verticali che ne vogliono esaltare dinamismo ed eleganza.

Colori

Tricity 300 sarà disponibile nei colori Tech Kamo, Nimbus Grey e Matt Grey, mentre per conoscerne il prezzo dovremo attendere l’inizio di Eicma 2019.

Yamaha MW-Vision

MW-Vision

A fianco del Tricity 300 era in bella mostra il nuovo concept MW-Vision. Un veicolo a tre ruote che sfrutta la stessa tecnologia Leaning Multi-Wheeler di Tricity e Niken estremizza l’idea di trasporto urbano di stampo motociclistico permettendo al pilota di guidare in un abitacolo chiuso, aumentando notevolmente il confort.

Per innalzare sicurezza attiva e praticità d’uso è dotato di tecnologia del controllo di assetto e di retromarcia.

Fotogallery: Yamaha Tricity 300