La nuova supernaked bolognese mostra i muscoli con 208 CV di potenza per un peso piuma che si attesta ben sotto i 200 kg

La Panigale V4 si alleggerisce delle carene e diventa Streetfighter V4, una super-naked che segna un nuovo record nel rapporto peso potenza grazie ai 208 cv del generoso Desmosedici Stradale ed un peso a secco contenuto in appena 178 kg. Aerodinamica, ciclistica ed elettronica allo stato dell’arte. Disponibile nella versione standard e nella più sofisticata S.

Ali biplano

Sarebbe troppo semplicistico ed ingeneroso definire questa Streetfighter V4 come il risultato della semplice svestizione della blasonata Panigale V4. Ducati infatti è intervenuta soprattutto sul nuovo anteriore della moto, cercando di caratterizzarlo in modo forte ed autentico. Per il disegno del cupolino il Centro Stile Ducati si è addirittura ispirato al volto di Joker, determinato, arcigno, magico. Il risultato finale ci sembra premi l’audacia dei designer bolognesi che in pochi tratti sono riusciti a rendere davvero personale e accattivante il muso della nuova Streetfighter. Non manca nemmeno la firma stilistica a V delle luci DRL che la accomuna alla stessa Panigale V4 ed alla Supersport.

Ducati Streetfighter V4

Importante anche il lavoro dal punto di vista aerodinamico, tenuto conto dell’importante cavalleria a disposizione e della posizione di guida con manubrio alto. Per garantire la dovuta stabilità anche alle alte velocità, la moto è stata dotata di ali biplano, posizionate il più possibile vicino alla ruota anteriore per massimizzare l’effetto anti-impennante. Queste appendici sono in grado di generare una downforce di 28 kg a 270 km/h (20 kg sull’asse anteriore, 8 kg sul posteriore).

Ducati Streetfighter V4

V4 da 208 cv

La nuova Streetfighter V4 è equipaggiata con il Desmosedici Stradale già ad appannaggio della Panigale V4. Si tratta di un V4 di 90° di 1.103 cc che in questa versione eroga 208 cv a 12.750 giri/min e 123 nm a 11.500 giri/min. Il rapporto finale è più corto del 10% rispetto alla Panigale V4. Chi volesse ulteriormente incrementare le prestazioni di questa nuova Ducati potrà equipaggiarla con lo scarico full-racing Ducati Performance by Akrapovic che incrementa le prestazioni fino ai 220 cv e 130 nm, riducendo il peso di 6 kg.

Ducati Streetfighter V4

Ciclistica al top

Il telaio segue lo stesso schema della Panigale V4, essendo un “Front Frame” che rende il motore elemento stressato e viene completato al posteriore con un telaietto reggisella a traliccio. In questo insieme il basamento del V4 il funge da fissaggio della sospensione posteriore e da punto di fulcro del forcellone monobraccio.

La Streetfighter V4 monta una forcella USD Showa Big Piston Fork (BPF) da 43 mm di diametro completamente regolabile. Presente ammortizzatore di sterzo Sachs, che fornice anche il monoammortizzatore completamente regolabile.

La versione S è invece equipaggiato con una forcella Öhlins NIX-30, ammortizzatore posteriore Öhlins TTX36 e ammortizzatore di sterzo sempre Öhlins con sistema di controllo event-based. Su questa versione le sospensioni e l’ammortizzatore di sterzo sono controllati dal sistema di controllo di seconda generazione Öhlins Smart EC 2.0. Ad appannaggio della S anche i cerchi in alluminio forgiato di Marchesini.

L’impianto frenante può vantare all’anteriore una coppia di pinze monoblocco Stylema di Brembo che mordono due dischi flottanti da 330 mm. Sul disco posteriore da 245 mm agisce una pinza flottante a due pistoncini.

Elettronica Evoluta

La Streetfighter V4 implementa piattaforma inerziale a 6 assi di Bosch. Il pacchetto elettronico comprende controlli che gestiscono tutte le fasi della guida: alcuni sono deputati alla partenza, accelerazioni e frenate, altri sovrintendono alla trazione, altri ancora sono relativi alle fasi di percorrenza ed uscita di curva.

› ABS Cornering EVO

› Ducati Traction Control (DTC) EVO 2

› Ducati Slide Control (DSC)

› Ducati Wheelie Control (DWC) EVO

› Ducati Power Launch (DPL)

› Ducati Quick Shift up/down (DQS) EVO 2

› Engine Brake Control (EBC) EVO

› Ducati Electronic Suspension (DES) EVO

I parametri di funzionamento di ciascun controllo sono associati di default ai tre Riding Mode (Race, Sport, Street) di cui la Streetfighter V4 è dotata. Al pilota è data la possibilità di personalizzare i propri stili di guida e di ripristinare i parametri impostati da Ducati. È possibile la modifica rapida del livello di una tra le funzioni di controllo DTC, DWC, DSC o EBC tramite i tasti di accesso diretto posti sul commutatore sinistro.

Ducati Streetfighter V4

Disponibilità e prezzi

La Ducati Streetfighter V4 sarà disponibile da marzo 2020 al prezzo di 19.990 euro per la versione standard e 22.990 euro per la versione S.

Fotogallery: Ducati Streetfighter V4