Un brevetto svela gli obiettivi del prossimo futuro della casa di Milwaukee, che starebbe lavorando su una carenata

Che Harley-Davidson stia lavorando sull’espensione in nuovi segmenti non è certo una novità: il piano “More Roads to Harley-Davidson”, la presentazione della Pan America e della Streetfighter come due tra le novità più radicali del prossimo futuro e il percorso verso l’elettrificazione, con la Livewire e altri veicoli destinati alla micromobilità.

Una supersportiva però sembra veramente lontana anni luce dalle mire della casa di Milwaukee, e invece...

Ritorno al passato

Alcuni brevetti depositati dal marchio americano rivelano progetti di sviluppo per una carena frontale che potrebbe equipaggiare una sportiva, non escludendo quindi una versione dalle linee racing per la Streetfighter.

Come si nota dal bozzetto l’alloggiamento per il gruppo ottico segue le linee di quello già visto sulla Pan America, e che potrebbe essere anche quello definitivo per la Streetfighter.

Brevetto per cupolino Harley-Davidson

Una sovrastruttura dalle linee vintage, che potrebbe quindi allettare gli amanti del custom e del marchio Bar&Shield nel ricordo di un modello Harley-Davidson che non ebbe troppa fortuna: la VR1000.

La superbike americana che avrebbe dovuto far trionfare il V-Twin nel campionato AMA Superbike si rivelò un fiasco, con una gestazione lunga quasi un decennio e pochi esemplari usciti dalle linee di produzione, non riuscendo mai ad imporsi né in pista né tantomeno nei cuori degli Harleysti.

Gli indizi

Guardando al video di presentazione di “More roads to Harley-Davidson” si ritrovano parecchi elementi che rafforzano le ipotesi appena elencate.

Nel filmato infatti si può notare come i designer al lavoro sulla Streetfighter abbiano bozzetti di un prototipo carenato, e in seguito si vede anche un modello della naked in clay accanto ad una VR1000.

Brevetto per cupolino Harley-Davidson