È pensato per chi ama la pista e sarà utilizzato da piloti professionisti nel campionato MotoE

Si chiama Rc Pro ed è il nuovo stivale racing disegnato da Eleveit per tutti gli appassionati del cordolo.

Sarà presto utilizzato dal pilota Matteo Ferrari del Team Trentino Gresini MotoE e da Kenny Foray del Team Tech3 E-Racing nella neo nata categoria MotoE del Motomondiale ma anche da Karel Abraham pilota Ducati del Team Reale Avintia Racing.

Comfort

Disponibile in due versioni colore – Bianco con inserti arancione fluo e Nero con inserti giallo fluo – e con taglie che vanno dalla numero 39 fino alla numero 48, Rc Pro è uno stivale che coniuga comfort, sicurezza e affidabilità grazie anche alla tecnologia di protezione interna nella zona della tibia.

Parliamo di una protezione dalla forma ergonomica che si estende fino ad avvolgere l'esterno del polpaccio, studiata per distribuire e dissipare l'energia dell’impatto sull'intera superficie, pur rimanendo compatta.

La EVA espansa viene iniettata internamente nella zona flex anteriore della tomaia in microfibra tecnica sulla quale viene poi preformata.

L'inserto elastico posteriore assicura una calzata aderente e facilita l'ingresso e l’uscita del piede. La combinazione tra la chiusura superiore a gancio micro-regolabile della placca tibiale per una calzata sicura e precisa a livello del polpaccio, e la cerniera posteriore in TPU, offre un maggiore livello di comfort e assicura che la parte superiore avvolga il piede.

Infine, la fodera è in rete 3D traspirante e morbida al tatto per un gran comfort, lo slider posizionato frontalmente è in poliuretano e fibre di vetro, intercambiabile e resistente alle abrasioni.

Sicurezza

Il sistema di protezione interna, pur non intralciando i normali movimenti dell’articolazione, ne arresta i movimenti in punti predeterminati impedendone così la torsione oltre i limiti naturali.

L’IPT (Internal Protection technology) è formato da uno scheletro in poliuretano a diverse densità dotato di due meccanismi di flessione con punti di arresto programmati che controllano meccanicamente il movimento laterale e longitudinale della caviglia.

L’IPT viene inserito all’interno dello stivale fra tomaia e fodera, per essere poi cucito nella parte superiore e inferiore e bloccato sul tallone.