Un brevetto appena registrato permetterebbe di avere tutte le informazioni sul cupolino o sul serbatoio dei futuri modelli Honda

Dopo aver presentato la nuova CRF1100L Africa Twin (che proveremo tra pochi giorni) Honda si concentra sul futuro della gamma moto.

La casa giapponese ha infatti recentemente depositato il brevetto per un Head Up Display, molto simile a quelli che ormai da qualche anno troviamo sulle automobili, arricchendola di funzionalità “touch”.

Come funziona

L’Head Up Display che Honda ha brevettato permetterebbe di proiettare su superfici facilmente visibili per il motociclista, come il cupolino di una Africa Twin o il serbatoio di una carenata come la CB650R, informazioni supllementari a quelle già presenti su TFT o display LCD, che potranno essere gestite con tecnologia “touch” grazie alla presenza di elettrodi trasparenti all’interno di un film, permettendo così di interagire con la moto come se si usasse un tablet.

Honda HUD

Internet of things

Quello che oggi sembra fantascientifico è in realtà il sentiero che verrà percorso nel prossimo futuro grazie alla interconnessione dei veicoli, come già dimostrato da altri marchi motociclistici e non, che hanno già in cantiere tecnologie che attraverso sensori e scambi di informazioni riusciranno a far scambiare informazioni tra moto, auto, e altri utenti della strada, come ciclisti e pedoni.

Honda HUD

Sicuramente ci sarà da aspettare prima di vedere questa tecnologia sui modelli della casa giapponese, ma la scelta di Honda permetterebbe di aprire le porte alla realtà aumentata e al V2X prima di quanto si possa immaginare.