La Casa di Schiranna, a margine dell’annuncio del piano industriale quinquennale, ha ufficializzato la produzione di “medie” nel prossimo futuro

Forti investimenti nella rete di vendita globale e un volume di 25.000 moto vendute nei prossimi 5 anni.

Sono questi gli obiettivi che MV Agusta si pone nel suo piano industriale, annunciato ieri alla stampa, per rafforzare l’immagine del marchio varesino e lanciare i nuovi modelli nei mercati emergenti.

Le moto

Il capitale necessario sarà stanziato dalla famiglia Saradov, azionista dell’azienda, e porterà sui banchi di produzione di MV Agusta, oltre alla già annunciata gamma premium che vedrà come protagoniste Brutale 1000 Serie Oro e Superveloce 800 Serie Oro, anche una famiglia di media cilindrata, per raggiungere nuovi clienti e incrementare i volumi di vendita.

Cambio ai vertici

L’annuncio del nuovo piano industriale è stata l’occasione anche per rendere pubbliche le nuove cariche del direttivo di MV Agusta. Massimo Bordi assume la carica di Vice Presidente Esecutivo mentre Giovanni Castiglioni mantiene un ruolo consultivo.

MV Agusta Brutale e Superveloce Serie Oro

 “Nei prossimi cinque anni – ha commentato Timur SardarovMV Agusta concentrerà la sua attenzione sullo sviluppo della rete di vendita e assistenza, investendo al contempo nello sviluppo del prodotto, nella digitalizzazione e nell'innovazione tecnologica. Il nostro obiettivo è quello di realizzare i migliori prodotti nei segmenti in cui siamo presenti. MV Agusta ha ora tutti gli strumenti per farlo. Insieme al management – ha proseguito Sardarov – stiamo lavorando per seguire il business plan e raggiungere gli obiettivi prefissati, obiettivi che richiederanno tra l’altro un aumento del personale e una maggiore dedizione a tutti i livelli aziendali, con benefici anche per il territorio in termini di indotto e occupazione”.