Il canale YouTube thailandese della casa dei Tre Diapason ha caricato il primo filmato della piccola sport heritage, dal possibile futuro europeo

Presentata poche settimane fa al Big Motor Sale 2019 di Bagkok, in Thailandia, la Yamaha XSR155 ha attratto su di sé le attenzioni anche degli addetti ai lavori del Vecchio Continente, perchè il suo debutto è stato accompagnato da indiscrezioni riguardo un possibile futuro europeo, declinato in versione 125 cc per la sport heritage giapponese.

La moto

Sul telaio scatolato in acciaio Yamaha ha posizionato sovrastrutture dalle linee identiche a quelle presenti sulla XSR 700 e XSR 900, con serbatoio da 10 litri, mentre per la ciclistica la piccola heritage vanta una forcella a steli rovesciati da 41 mm e un monoammortizzatore centrale su una coppia di cerchi in lega da 17”.

Il motore è un monocilindrico quattro tempi raffreddato a liquido con distribuzione quattro valvole e fasatura variabile VVA, come la YZF-R125.

'

La potenza, non ancora ufficializzata, si aggirerebbe intorno ai 20 CV a quota 10.000 giri mentre il cambio conterebbe su 6 rapporti e frizione antisaltellamento.

La strumentazione è racchiusa in un unico elemento con schermo LCD mentre i gruppi ottici sono full-LED. Il peso della moto a secco è di 134 kg.

L’invasione delle “piccole”

Con la nuova XSR125, in Europa potrebbe arrivare una versione 300cc, che vedrebbe così chiudere il cerchio del parallelismo tra le naked della serie MT e le heritage XSR, ma non solo.

Si parla anche di una Tracer con un motore “duemezzo, tutte novità che probabilmente affolleranno lo stand Yamaha durante Eicma 2019.

Fotogallery: Yamaha XSR 155