La casa di Tokyo ha depositato alcuni disegni di brevetto che svelano le linee della prossima CBR1000RR, con un'aerodinamica attiva sulle appendici laterali

I rumors sui modelli 2020 di Honda continuano a susseguirsi e tra le protagoniste delle indiscrezioni c’è anche la superbike CBR1000RR, che dovrebbe subire un restyling evidente.

La moto

Le novità riguardano il telaio a doppia trave in alluminio, ridisegnato, come il motore quadricilindrico in linea, che potrebbe trovare la fasatura variabile.

Anche le carenature sembrano, dai bozzetti, diverse dall’attuale, con uno sguardo più orientato alla RC213V che alla stradale, con il faro incassato nel cupolino anteriore sopra la grande presa d’aria centrale.

Honda CBR1000RR - aerodinamica attiva

Non chiamatele "alette"

La grande novità è nel sistema aerodinamico attivo. Non le ormai conosciute alette esterne che ormai si trovano ai lati delle moto sportive, ma due spoiler nascosti all’interno della carenatura, con pannello esterno ma comunque in grado di cambiare posizione a seconda del carico aerodinamico richiesto.

Un dispositivo utile quando si accellera, si frena in staccata o a centro curva, che deviando l’aria verso l’alto aiuta a tenere la moto saldamente attaccata all’asfalto. Quando invece non servono, tramite un sistema di cavi, le appendici possono essere retratte per far scorrere l’aria all’interno della carena.

Honda CBR1000RR - aerodinamica attiva