Esiste un primato di velocità per la guida di una moto a testa in giù? Sì, ed è stato appena battuto

Il record è di quelli curiosi, strani verrebbe da dire, ma quando si parla di Guinness dei Primati non ci si deve stupire di nulla. E ad aggiornare il libro dei record è stato (non ancora in via ufficiale) l’inglese Marco George, l’uomo da battere se si decide di sfrecciare... A testa in giù.

Il record

George nella vita fa l’ingegnere robotico, ma si diletta con numeri da stunt a livello semi-professionistico in Inghilterra, e provava il numero che lo ha reso famoso già da due anni.

L’occasione perfetta per tentare di abbattere il precedente primato (che era di “appena 30 miglia orarie, 48 km/h) è stata l’evento Straightliners World’s Fastest Wheelie, tenuto nel campo volo di Elvington nel Nord Yorkshire.

L’obiettivo di George era raddoppiare la cifra del precedente primato, cosa che gli è riuscita al primo tentativo, visto che ha eseguito la “verticale” a 68 miglia orarie. Non pago però lo stuntman ha deciso di provarci di nuovo, raggiungendo la velocità di 76 mph, poco più dei nostri 120 all’ora.

'

La promessa

Una volta eseguito il suo numero, che ancora deve essere ratificato dalla Guinness World Record Association, George ha annunciato che appenderà il casco al chiodo, almeno come stuntman.

La decisione è frutto di una promessa: “Ho promesso a mia madre che se avessi superato le 70 miglia orarie ci avrei dato un taglio con gli stunt show, quindi devo mantenere la parola, perché lei non è affatto felice quando mi esibisco”.