Massima cautela per chi prende in affitto monopattini elettrici, Segway, hoverboard e altri microveicoli

Una delle forti tendenze del momento è la micromobilità a noleggio: non compri il monopattino elettrico, ma lo prendi in affitto per minuti, ore, giorni e poi lo restituisci.

Idem per hoverboard, segway, monowheel e quant’altro. Al di là degli aspetti legali (resta un mistero se e dove possano circolare) e dei guai di carattere assicurativo (occhio agli incidenti gravi e mortali), lancia un altro allarme Wim Ouboter, CEO di Micro Mobility Systems.

Il personaggio

Ovviamente, Ouboter è di parte. Micro Mobility Systems è uno degli inventori della micromobilità ed è un produttore di lunga data di monopattini e kickboard con e senza guida elettrica. Ma le parole di Ouboter vanno pur sempre ascoltate.

Vita breve

Siamo preoccupati perché il modello di business non è sostenibile se i monopattini elettrici devono essere rottamati dopo pochi utilizzi. Studi realizzati negli Stati Uniti riportano che un monopattino a noleggio o in sharing dura solo 29 giorni. Questa non è mobilità sostenibile. Inoltre, i numerosi monopattini abbandonati deturpano il decoro urbano”, dice Ouboter.

Nel caso dei monopattini a noleggio, le condizioni meccaniche non possono essere controllate da un esperto prima di ogni tragitto, come ha ammesso Ouboter.

Gli incidenti

Utenti del tutto inesperti usano monopattini elettrici in centri città affollati. Secondo il Dipartimento della salute americano, il rischio di incidenti è particolarmente elevato per chi non ha esperienza nell’uso dei monopattini elettrici.

Un terzo delle vittime di incidenti sono persone che usavano il monopattino elettrico per la prima volta, e un altro terzo dichiara di aver completato tra i due e i nove tragitti prima dell’incidente. “L’esperienza di guida migliora possedendo un monopattino elettrico, utilizzandolo davanti a casa o in una zona tranquilla per sperimentare ampiamente il comportamento del monopattino, come segnalare la svolta con una mano sul manubrio, frenare, sperimentare come il monopattino reagisce in curva. Tutta pratica necessaria per affrontare il traffico cittadino”, sostiene Ouboter.