La hyper-naked e la supersportiva di Schiranna arriveranno in versioni meno costose, come ha dichiarato Timur Sadarov, AD di MV Agusta

Sono state svelate ad Eicma 2018 in uno stand affollato di curiosi la Brutale 1000 Serie Oro e Superveloce 800 Serie Oro, ed ora, come ha rivelato l’Amministratore Delegato Sadarov, entrambi i modelli potrebbero arrivare anche in una versione più accessibile alle tasche dei tanti fan della casa di Schiranna.

Le moto

La Brutale 1000 Serie Oro ha portato una rivisitazione generale del 4 cilindri da 1 litro per arrivare a 208 CV a 13.450 giri, che diventano 212 a 13.600 montando scarico Sc-Project e mappatura dedicata forniti con la moto.

Ampio l'uso del carbonio per la carrozzeria mischiato con del rame anodizzato rosso. Il peso della Brutale 1000 Serie Oro si ferma a 186 kg a secco.

La Superveloce 800 invece, dopo aver esordito come concept ha trovato la sua strada verso i banchi di produzione, dove arriverà nel 2020.

Carenatura in fibra di carbonio, pexiglass giallo per il faro e per il cupolino e la classica livrea grigio-rossa delle vecchie MV ne definscono l’estetica, mentre ciclistica impianto frenante e motore sono le stesse della F3 800, ma con importanti modifiche fatte ad hoc.

MV Agusta Brutale 1000 Oro

Il futuro

Come riportato dal magazine inglese MCN, MV Agusta starebbe mettendo in cantiere progetti low cost, che riguarderebbero appunto anche Brutale 1000 e Superveloce.

"MV Agusta ha iniziato con la Serie Oro per dare la priorità ai nostri migliori clienti, ma ora abbiamo iniziato a lavorare alla produzione di una moto più accessibile" - ha commentato Sadarov, che ha aggiunto - "Vogliamo far arrivare i nostri prodotti al maggior numero di clienti possibile. Vorremmo diversificare la nostra gamma e dimostrare che l'azienda può creare moto di successo in stile retrò e non ci fermeremo solo con la Superveloce. Ci sono alcune sorprese in arrivo».