Chi viaggia in moto sa bene quanto sia importante la scelta dello pneumatico. Comunicativo, sicuro anche sul bagnato, costante nel rendimento a pieno carico, capace di una resa chilometrica elevata ma oggi anche divertente tra le curve

La bella stagione è da sempre sinonimo di viaggio.

Ecco allora le nostre 5 proposte per equipaggiare la fida compagna a due ruote con gli pneumatici più adatti al turismo, senza dimenticare il piacere di guida

Pneumatici Touring def

Bridgestone Battlax T31

Si tratta del nuovo pneumatico Bridgestone dedicato alle turistiche sportive. Rispetto al T30 Evo da cui derivano può vantare una maggior superficie di appoggio a tutti gli angoli di inclinazione, evidenziando scanalature profonde soprattutto verso la spalla per favorire la canalizzazione dell’acqua con asfalto bagnato.

Per il posteriore è stata utilizzata una mescola a strati multipli, per offrire maggior rigidità al centro della gomma e più elasticità ai bordi, utile ad avere il massimo appoggio in curva.

Risulta uno pneumatico decisamente polivalente, mai nervoso, confortevole, adatto anche al turismo in coppia, e comunque capace di garantire il giusto sostegno anche nella guida stradale sportiva.

Adatto ad un range di moto piuttosto esteso, dalle naked sportive alle turistiche meno esasperate.

Pneumatici Touring def

Continental ContiRoadAttack 3

La mescola è stata ulteriormente sviluppata per incrementare il grip su asfalto bagnato, agevolato anche dallo specifico disegno del battistrada.

La tecnologia MultiGrip garantisce maggior resistenza all’usura nella parte centrale del battistrada e maggior grip sulla spalla, con specifiche simili a quelle di un bimescola.

Mentre la tecnologia EasyHandling punta a incrementare la maneggevolezza anche in presenza di elevate forze giroscopiche aumentando piacere di guida e precisione.

Pneumatici Touring def

Dunlop Roadsmart III

E’ uno pneumatico studiato per garantire elevata resa chilometrica ma anche il giusto supporto nella guida sportiva.

Anche per questo il posteriore è bimescola mentre il disegno degli intagli collegati “Interconnecting Groove Tread” permette di massimizzare il drenaggio dell’acqua.

Il profilo dell’anteriore è nuovo così come la carcassa con tela in rayon e richiede un minor sforzo sullo sterzo aumentando il feeling di guida. La mescola è stata studiata per offrire un ridotto tempo di riscaldamento ed essere efficace anche su asfalto umido. Disponibile in due versioni, standard, ideale per le moto turistiche e GT, adatto alle roadster leggere, naked e crossover sportive.

Pneumatici Touring def

Metzeler Roadtec 01

La mescola del pneumatico anteriore è 100% silice per massimizzare il grip chimico, combinato ad un’ottima presa meccanica data dal disegno del battistrada. Sono realizzati con tecnologia Interact (cintura di acciaio a 0°) per una elevata precisione di guida.

Per il posteriore Metzeler ha adottato una soluzione bimescola, Con fascia centrale in nero carbonio e silice, con elevata resistenza all’abrasione (elevato chilometraggio) che occupa circa il 20% del battistrada mentre le spalle 100% silice offrono un elevato grip chimico.

Gli intagli dell'anteriore sono stati ottimizzati, oltre che per lo smaltimento dell’acqua che per aumentare l’efficienza della frenata con ABS. Gli intagli a goccia del posteriore riducono il tempo di warm-up anche nel caso di asfalto freddo.

Davvero soddisfacente il comportamento con asfalto umido, dove rimane sempre elevato il grip, potendo contare su un feeling di guida elevato ulteriormente incrementato dall’ottimo feedback e dall’anticipo congruo con il quale avvisa il pilota di eventuale perdite di aderenza.

Pneumatici Touring def

Pirelli Angel GT II

Il successore dell’apprezzato Angel GT punta in alto dichiarando maggiore maneggevolezza, sportività e grip, anche sul bagnato, senza sacrificare la resa chilometrica. Anche per questo il posteriore è bimescola.

Gli intagli longitudinali della parte centrale garantiscono stabilità, drenaggio ed aderenza su fondi a basso coefficiente di attrito mentre gli intagli angolati sulla spalla, oltre a garantire uno smaltimento efficiente dell’acqua, incrementano la direzionalità a moto inclinata.

Si dimostra piacevolmente omogeneo nelle discese in piega, privo di effetto autoraddrizzante e capace di sostenere angoli di piega importanti.

Decisamente a suo agio anche su asfalto umido o rovinato, grazie ad un appoggio rassicurante ed alla buona comunicativa assicurata.

Fotogallery: Pneumatici: 5 scelte per le touring