La collaborazione tra la casa americana e il colosso Qianjiang Motorcycle Company Limited porterà nel 2020 sul mercato cinese un nuovo modello

Che Harley-Davidson stesse da tempo cercando un partner per puntare verso i nuovi mercati non è certo una notizia dell’ultima ora.

La casa americana, così come Ducati, BMW Motorrad e altre ha tra i suoi obiettivi l’espansione nell’estremo oriente e nel sud est asiatico, dove i numeri delle vendite sono da capogiro.

L’accordo

La casa di Milwaukee ha però stupito i più siglando una partnership con un marchio cinese, mentre tutti gli altri produttori d’Occidente sembrano orientati verso l’India.

Harley-Davidson e Qianjiang Motorcycle Company Limited hanno infatti stipultato un accordo sulla produzione di moto per il mercato asiatico, con il debutto fissato già per il 2020.

La joint venture permetterà così alla casa americana di continuare a perseguire il suo obiettivo di crescita del 50% entro il 2027.

harley-davidson china

La moto

Il primo frutto della collaborazione ha nei numeri che porta in dote la storia di Harley-Davidson. Il motore da 338 cc rimanda alla mente il ben più conosciuto 883 che anima le Sportster dal 1957.

Altri dettagli non sono stati diramati per il momento, ma è probabile che le linee della nuova Harley-Davidson destinata al mercato cinese siano più simili alla Livewire e alla futura Streetfighter che alle attuali cruiser, per coinvolgere ancora di più i giovani verso il marchio della “Bar & Shield”.