Arrivata la norma che estende gli incentivi anche ai veicoli Euro 3

Almeno nelle promesse, il Governo vira con decisione verso le moto elettriche. Infatti, un emendamento al decreto crescita, a firma dell’Esecutivo, riformula la proposta del Movimento 5 Stelle. Ecco di cosa si tratta.

Nessuno escluso

È prevista l'estensione del bonus a tutti i veicoli verdi di categoria L. Quali sono?

Ciclomotori (motorini, cinquantini), moto di ogni cilindrata, tricicli e quadricicli. Per le moto, nessun vincolo: addio al limite di 11 kW. Un’apertura di un certo peso per i motociclisti che vogliono “convertirsi” alle emissioni zero.

Rottamazione: cosa cambia

Fino a pochi giorni fa, il bonus lo poteva ottenere chi decideva di acquistare la moto elettrica rottamando al contempo un mezzo Euro 0 oppure Euro 1 oppure Euro 2. Grazie all'emendamento, l'ecobonus spetta anche a chi rottama un Euro 3: platea estesa quindi.

Le somme

Ma quale sarà il bonus? Oggi, fino a 3.000 euro sull’acquisto di microcar e moto elettriche, consegnando un veicolo Euro 0, 1, 2, purché di proprietà da almeno 12 mesi.

Il contributo è pari al 30% del valore del veicolo elettrico acquistato e fino a un tetto massimo di 3.000 euro. Senza rottamazione, c’è un incentivo del 20% del prezzo di listino e sino a un massimo di 2.000 euro.