Nell’area test-ride dell’Autodromo di Modena le custom americane hanno avuto particolare successo, così abbiamo chiesto ai potenziali clienti perché hanno deciso di fare un giro su una Harley-Davidson

Nonostante il maltempo il Motor1Days 2019 è stato un successo: oltre 15.000 appassionati hanno affollato l’Autodromo di Modena durante il weekend del 18 e 19 maggio, per partecipare alle tante attività in pista, come gli Hot Lap, o nel Paddock, tra cui Easy Drift, i casting di Youtester e il Blind Test.

harley-davidson test ride

I test-ride

Tra loro molti motociclisti, che hanno approfittato delle poche ore senza pioggia per testare i modelli 2019 dei marchi presenti: Suzuki, BMW Motorrad e Harley-Davidson.

Allo stand delle custom di Milwaukee abbiamo trovato tanta cuorisità e una bella fila al desk delle prenotazioni, così abbiamo deciso di raccogliere le testimonianze di chi ha scelto di provare per la prima volta uno dei modelli Harley-Davidson e anche di chi ha fatto del marchio americano una vera scelta di vita.

harley-davidson test ride

La gamma

Protagoniste del test-ride di Motor1Days 2019 sono state le nuove motorizzazioni Milwaukee Eight 107 e 114. A portarlo in dote sono le Softail e le Touring, come Street Bob e Street Glide, oppure modelli dal look e dalla filosofia nuova, come la vigorosa Fat Bob o il dragster FXDR 114.

Ma Harley-Davidson è sinonimo anche di lunghi viaggi, per questo la casa americana ha portato a Modena alcune rappresentanti della gamma Touring, come Road King, Street Glide e Ultra Limited dotate del nuovo Infotaiment Boom Box GTS, del cruise control elettronico e del sistema di frenata combinata Reflex.

harley-davidson test ride

Il responso

Nonostante la differenza d’età, di moto in garage e di gusti, chi ha risposto alle nostre domande ha tracciato il profilo del perfetto (potenziale) cliente Harley-Davidson. Per scoprirlo, basta guardare il video.