La Giuria assegna alla francese Koehler-Escoffier il titolo di Best of Show mentre alla BMW R 68 va il Trofeo Villa Erba

Dopo il debutto dell’apprezzata concept BMW R18, l’attenzione si sposta su due moto straordinarie che ricevono rispettivamente il premio della giuria e quello del pubblico: la Koehler-Escoffier del 1929 e la BMW R 68 degli anni ‘50.

Villa D'Este 2019 Moto

Koehler-Escoffier

Il suo bicilindrico a V di 980 cc diede le ali a questa motocicletta regalandole diverse vittorie e record. Il nome del marchio è la sintesi degli uomini che animarono l’azienda, il finanziatore Marcel Koehler ed il meccanico e pilota da corsa Jules Escoffier.

La produzione ebbe inizio a Lione nel 1912 ma nonostante le performance dei modelli prodotti la Koehler-Escoffier non ebbe pari allori commerciali e fu chiusa alla fine degli anni ’50.

Villa D'Este 2019 Moto

BMW R 68

E’ lei la vincitrice del Trofeo Villa Erba, il riconoscimento assegnato per Referendum Pubblico. La moto, presentata dal tedesco Hans Keckeisen, è stata la prima BMW a superare i 160 Km/h, ribattezzata per questo “la moto delle 1000 miglia”.

Risultato ottenuto grazie ai 35 CV a 7.000 giri/min del suo bicilindrico boxer di 594 cc associato ad un cambio a 4 rapporti.

Fotogallery: Concorso d'Eleganza Villa D'Este 2019