La casa di Tokyo ha depositato i bozzetti di una moto con due freni a tamburo, probabilmente destinata al mercato indiano

Honda ha recentemente depositato una serie di brevetti su alcune tecnologie che sicuramente vedranno la luce nelle prossime stagioni, e tra loro c’è anche quello di un nuovo modello che è balzato agli occhi di colleghi di tutto il mondo.

Dotazione vintage

Il modello Honda del brevetto porta in dote un doppio disco a tamburo, una scelta particolarmente obsoleta per l’Europa, visto che gli ultimi modelli a dover contare sul tamburo, solo al posteriore, sono stati Suzuki Van Van 200 e Yamaha SR400, entrambe scomparse dalla gamma dei rispettivi marchi. Il motore è un monocilindrico di piccole dimensioni, che si può ipotizzare sia un 125 cc.

honda freno tamburo

Ritorno al passato

Anche altri dettagli mostrano come le soluzioni siano meno evolute di quelle adottate da Honda negli ultimi anni: il telaio tubolare in acciaio del bozzetto non presenta rinforzi, come nelle CB125R e CB300R, si nota il doppio ammortizzatore posteriore al posto del monoshock in dotazione attualmente alle naked dell’Ala e e la mancanza della forcella a steli rovesciati, anch’essa in dotazione anche alle piccole della gamma, sostituita da una più semplice forcella telescopica classica.

Destinata ai nuovi mercati?

Viene da pensare che Honda stia creando un nuovo modello per il mercato indiano e quello del Sud-est asiatico, dove non ci sono ancora leggi sulle dotazioni frenanti come qui in Europa, e dove le piccole cilindrate costituiscono una fetta importantissima delle vendite. Staremo a vedere.