È guidabile con la patente A2 ed è equipaggiata con un monocilindrico da 24,5 CV. Costa 3.490 euro

Dopo il debutto di Eicma 2018, la Benelli TRK 251 arriva nelle concessionarie italiane per conquistare i giovani motociclisti.

Caratterizzata da un design molto simile a quello della sorella maggiore TRK 502 – che ha registrato nel 2018 un boom di vendite e che nel corso di questi primi mesi del 2019 sta continuando a conquistare clienti –, la nuova 251 è guidabile con la patente A2 ed è proposta al prezzo di 3.490 euro.

trk 251

Monocilindrico da 24,5 CV

È una enduro stradale facile, leggera e maneggevole. Può fare al caso dei meno esperti, come anticipato, ma in qualche modo può soddisfare anche le esigenze dei motociclisti più navigati che cercano una moto pratica ed economica con cui spostarsi nel quotidiano (e non solo). 

La TRK 251 è spinta da un motore monocilindrico, quattro tempi raffreddato a liquido, con distribuzione a doppio asse a camme in testa ed alimentazione ad iniezione elettronica, già visto e molto apprezzato sulla BN251. La potenza massima è di 24,5 CV a 9000 giri/min, la coppia di 21 Nm a 7500 giri. Il telai è a traliccio in tubi d’acciaio, mentre il reparto sospensioni si affida all’anteriore ad una forcella upside-down con steli da 41 mm di diametro e al posteriore ad un forcellone oscillante con ammortizzatore centrale, con escursione da 51mm.

Pinza a quattro pistoncini

La nuova Benelli TRK 251, proposta nelle colorazioni rossa, bianca e nera, offre un impianto frenante composto da un disco flottante di 280 mm di diametro con pinza a 4 pistoncini davanti e da 240mm con pinza a singolo pistoncino dietro. Completano il quadro cerchi da 17” in lega di alluminio con pneumatici 110/70 all’anteriore e 150/60 al posteriore.

Fotogallery: Benelli TRK 251