Al CES di Las Vegas la casa di Borgo Panigale ha presentato il progetto ConVeX

Dopo aver presentato qualche mese il progetto Connected Vehicle to Everything in Germania, Ducati vola in Nevada, al Consumer Eletronics Show di Las Vegas, per mostrare in anteprima il sistema di comunicazione tra veicoli, infrastrutture e pedoni.


L’unione fa la forza


In occasione della dimostrazione Oltreoceano, Ducati ha unito le forze con Ford e Audi, che insieme a Qualcomm Technologies Inc, stanno facendo squadra per accelerare lo sviluppo delle tecnologie di comunicazione diretta per la sicurezza stradale e la guida autonoma. Oltre alle auto delle due case produttrici, tra le protagoniste c’è una Ducati Multistrada 1260, equipaggiata con processore Qualcomm 9150, e impegnata insieme alle due auto nella dimostrazione pratica di come il sistema ConVeX possa gestire varie situazioni “difficili” di traffico, comunicando precedenze e ordine di entrata in incroci a 4 intersezioni in tutta sicurezza. Nei prossimi giorni, sempre a Las Vegas, Ducati mostrerà come la comunicazione tra veicoli può essere allargata anche ai pedoni e alle infrastrutture.


Rotta verso il futuro


A spiegare i passi avanti compiuti da Ducati nella tecnologia di comunicazione tra veicoli c’è stato Pierluigi Zampieri, Responsabile Innovazione del gruppo: “Queste dimostrazioni replicano situazioni in cui l’utilizzo di tecnologie avanzate può migliorare in modo significativo la sicurezza dei motociclisti. I sistemi di comunicazione diretta C-V2X sono uno dei progetti chiave della “Ducati 2025 Safety Road Map e il CES di Las Vegas offre una vetrina unica ed estremamente efficace per comunicare il lavoro svolto fino ad oggi e proiettare verso il futuro sforzi e obiettivi di questo importante progetto dedicato alla sicurezza, in cui Ducati crede fermamente”.