Al CES di Las Vegas la Motor Company ha diffuso i dati tecnici della prima moto “green” di Milwaukee

Sin dalla presentazione del Project Livewire, datato 2014, si è fatto un gran parlare della prima moto elettrica del marchio americano. L’ultima edizione di Eicma ha portato sotto gli occhi di tutti la realtà: la versione definitiva di Harley-Davidson Livewire, una roadster muscolosa e tecnologica, che promette di non far rimpiangere la tradizione ultrasecolare di motori endotermici targati H-D. Il Salone milanese ha svelato la moto, ma i dettagli tecnici e il prezzo sono arrivati solo da poche ore, annunciati dal CEO Matt Levatich in occasione del Consumer Eletronics Show di Las Vegas.


Il motore


La potenza del propulsore a magneti H-D Revelation che equipaggia la Livewire non è stata diffusa, ma la casa dichiara che la moto sarà in grado di scattare da 0 a 60 miglia orarie in 3,5 secondi, con a disposizione una coppia istantanea in grado arrivare al suo picco nel momento in cui si apre l’acceleratore, e di averla sempre disponibile. Il motore elettrico della Livewire non richiede frizione e non cambia marcia,  ma come altri motori elettrici, sfrutta la frenata per rigenerare potenza, minimizzando i consumi in città. Harley-Davidson dichiara che la moto sarà in grado di percorrere circa 180 km di strade urbane con una singola carica. Le vibrazioni sono ridotte al minimo, così come calore e rumore, assicurano dalla Motor Company.


Telaio e ciclistica


Il team di ingegneri Harley-Davidson ha concentrato i suoi sforzi nella costruzione del telaio, progettato per offrire maneggevolezza e controllo, con il propulsore H-D Revelation collocato nella parte bassa della moto per abbassare il baricentro e dare alla moto stabilità e agilità. Livewire vanta il controllo elettronico dello chassis e sistema di frenata assistita in curva con ABS ottimizzato e controllo di trazione. Le sospensioni sono completamente regolabili e marchiate Showa, l’impianto frenante Brembo è installato su una coppia di dischi da 17”, protetti da pneumatici Michelin Scorcher Sport da 120/70 all’anteriore e da 180/55 al posteriore.


H-D Connect


Harley-Davidson Livewire è dotata del sistema H-D Connect, che collega la moto al motociclista attraverso un’unità di controllo telematica LTE abbinata a servizi cloud. Questo rende la Livewire la prima moto interconnessa di grande produzione sul mercato nordamericano. H-D Connect comunica una serie di informazioni sullo stato della moto, dalla carica all’autonomia residua, anche a distanza, ovunque ci sia copertura telefonica. L’interconnettività rende possibile anche indicare la posizione della moto e anche casi di manomissione o spostamento. 


Il prezzo


Harley-Davidson Livewire arriverà nel corso del 2019 al prezzo di 34.200 euro.

Fotogallery: Harley-Davidson Livewire 2019