Ritorno alle origini per la bagger di Milwaukee, che disdegna la tecnologia a favore di cromature e strumenti analogici

In un’epoca in cui la moto diventa iperconnessa, c’è ancora chi sale in sella per lasciarsi il mondo alle spalle e godersi la strada. A loro ha pensato Harley-Davidson realizzando la nuova Electra Glide Standard, una touring essenziale, che fa della tradizione il suo punto forte.

Outsider

É stata plasmata sulla figura dei clienti più tradizionalisti la Electra Glide Standard, che vanta un approccio minimale senza tralasciare i dettagli che l’hanno resa una delle custom tourer più apprezzate del marchio Bar&Shield. Nessun display, nè connettività, la bagger ha dalla sua un quadro strumenti totalmente analogico.

Non manca l’elemento caratteristico dell’Electra Glide, il batwing che circonda il faro anteriore, che fa il paio con le borse laterali e i cerchi in alluminio.

Particolari che ben si fondono con i coperchi lucidati e con componenti neri che creano il giusto mix di tradizione e canoni moderni. Non ci sono top case e la sella biposto, due assenze che allegeriscono il profilo dell’Electra Glide Standard e la avvicinano nelle forme alle bicilindriche americane, ma che possono essere inserite attraverso il catalogo accessori.

La moto

Il motore è il muscolare Milwaukee-Eight 107, V-Twin da 1.746 cc ormai conosciuto dai fan Harley-Davidson.

Nonostante voglia lasciare a chi la guida l’esperienza più autentica di viaggio, l’Electra Glide Standard non lesina certo in tecnologia applicata al comfort e alla sicurezza: presenti di serie cruise control, ammortizzatori regolabili, forcella Showa Dual Bending Valve da 49 mm e sistema frenante Brembo.

Disponibile nel solo colore nero, la nuova Harley-Davidson Electra Glide Standard sarà disponibile da 25.400 euro franco concessionario.