I tre campionissimi delle due ruote incontreranno i fan durante l’undicesima edizione del salone romano

Gli amanti della Dakar, del Motocross e delle Superbike potranno incontrare i propri idoli tra i padiglioni di Roma Motodays. Carl Fogarty, Hubert Auriol e Tony Cairoli sono i tre protagonisti dell'undicesima edizione del salone capitolino.

Hubert Auriol

E’ stato l’indimenticato vincitore della Dakar nel 1981 e 1983 su BMW G/S e nel 1985 ha sfiorato nuovamente il successo portando al secondo posto la Cagiva.

Memorabile il suo arrivo alla penultima tappa dell’edizione ’85 con entrambe le caviglie rotte, primo al comando fino ad allora dovette inesorabilmente abbandonare i sogni di gloria il giorno seguente. Passato alle quattro ruote, ha vinto la Dakar nel ’92 al volante di una Mitsubishi. Dal 2008 è ideatore e organizzatore dell’Africa Race e sarà al Motodays durante il weekend.

Tony Cairoli

Il nove volte iridato, vincitore per 11 volte degli Assoluti d’Italia, ha iniziato il 2019 nella migliore delle maniere aggiudicandosi entrambe le manche lo scorso weekend a Neuquèn in Argentina nella prova d’apertura del Mondiale. Sarà esposta anche la sua KTM ufficiale. Cairoli incontrerà i fan sabato e domenica.

Carl Fogarty

La carriera di King Carl è costellata di successi, a testimonianza ulteriore del suo grandissimo talento. Quattro volte campione del mondo Superbike (1994, 95, 98, 99) ha conquistato il gradino più alto del podio per ben 59 volte, vincendo con moto entrate di diritto nel cuore degli appassionati come le Ducati 916 e 996 e la Honda RC45 guidata nel 1996. Di rilievo anche le tre vittorie al Tourist Trophy dal 1988 al 1990. Fogarty sarà presente giovedì e sabato.