Il 25 febbraio partirà l’Area B di Milano, a traffico limitato. Ecco le novità per motocicli e ciclomotori

L’Area B di Milano sarà attiva dal 25 febbraio 2019, da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle 19.30, esclusi i festivi. Il perimetro della nuova area coincide con gran parte del territorio della città di Milano, creando una zona a traffico limitato con divieto di accesso e circolazione per i veicoli più inquinanti oltre a quelli con lunghezza superiore ai 12 metri che trasportano merci. L'accesso, ove consentito, non è soggetto a pagamento.


Due ruote a motore


Limitatamente alle due ruote a motore, ecco le novità. Nell’Area B potranno entrare ciclomotori e motoveicoli a due tempi di classe Euro 5, a benzina 4 tempi di classe Euro 4 e Euro 5. Possono entrare anche ciclomotori e motoveicoli  ibridi ed elettrici. Per ora però scooteristi e centauri meneghini possono stare tranquilli: il divieto per moto e ciclomotori antecedenti all'Euro4 entrerà solo nel 2028.


Due ruote a motore, particolari


Nell’Area B possono entrare veicoli di proprietà o in uso esclusivo a Enti riconosciuti dall’Amministrazione comunale di Milano o da altre istituzioni preposte che agiscono nel settore dell’assistenza socio sanitaria per l’espletamento delle prestazioni gratuite di pronto soccorso e di assistenza pubblica la cui sede di servizio è all’interno del Comune di Milano: gli interessati devono obbligatoriamente registrarsi al servizio on-line Area B accessibile dal Portale Internet del Comune di Milano (www.comune.milano.it/areab), allegando la seguente documentazione: carta di circolazione del veicolo; verbale di consegna per i veicoli in leasing o noleggio; copia del titolo giuridico necessario a verificare la disponibilità di una sede operativa all’interno della ZTL Area B. La registrazione deve essere completata prima dell’accesso alla ZTL. Il periodo di validità della registrazione della targa decorre dal giorno di inserimento nel servizio on line Area B, è correlato al titolo giuridico di disponibilità del veicolo, non potrà eccedere il limite massimo di 1 anno.


Deroghe


Per rafforzare il processo di conoscenza del divieto di accesso e circolazione dinamica, ferme restando le limitazioni e i divieti previsti dalla norma regionale, è riconosciuta ad ogni veicolo una deroga d'ufficio di 50 giorni di circolazione dinamica, anche non consecutivi purché la movimentazione del veicolo non integri violazione della normativa regionale definita da Piano Regionale degli Interventi per la Qualità dell’Aria. Tale deroga è riconosciuta solo al primo anno di entrata in vigore del divieto a cui è soggetto il veicolo derogato ed è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 1° ottobre ed il 30 settembre dell'anno successivo, ferme restando le disposizioni previste in materia dalla normativa regionale. Faranno eccezione i veicoli soggetti al divieto di accesso al momento di entrata in vigore della disciplina Area B, per i quali la concessione dei 50 giorni è riferita al periodo di 12 mesi compreso tra il 25 febbraio 2019 ed il 24 febbraio 2020.


Multe


Per chi sgarra, multe di 90 euro circa. Anche se va detto che per ora l’Area B è un test, con sole 15 telecamere. È possibile accedere prima delle 7.30 con i veicoli in divieto di accesso in Area B. Successivamente a tale orario e fino alle 19.30 non è possibile circolare all’interno della ZTL e verso l’esterno.


A chi chiedere


C’è il sito www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/servizi/mobilita/Area_B. Eventuali richieste di chiarimento devono essere trasmesse all’indirizzo e-mail: MTA.AreaB@comune.milano.it