La tecnologia LED sta trovando sempre maggiore applicazione in campo motociclistico, innalzando qualità visiva e sicurezza. Ma come si passa dal vecchio alogeno al LED?

Mai come negli ultimi anni la tecnologia è venuta in soccorso dei motociclisti. Piattaforme inerziali, cruise control e Traction control sono solo alcune delle novità che ormai sono entrate a pieno titolo nelle caratteristiche delle moto più vendute. Una delle più utili, e forse delle più sottovalutate, è l’introduzione della tecnologia LED negli impianti di illuminazione delle nostre moto.

 

Plug&play

 

La lampada LED che abbiamo scelto per la sostituzione è del tipo plug&play, una soluzione pratica che non richiede operazioni addizionali rispetto a quelle normalmente adottate con una lampada alogena. E’ infatti dotata di sistema di raffreddamento integrato per garantire la corretta temperatura di funzionamento del trasformatore. Per questo se avete intenzione di fare il salto di qualità, prestate attenzione ai volumi a disposizione. Il dissipatore infatti deve avere abbastanza “aria” per eseguire il raffreddamento della lampada, e non tutte le moto potrebbero avere sufficiente volume tra l’alloggio della lampada e la cuffia di protezione. La lampada è disponibile con attacchi H4, H7 ed H11. Ha un consumo di 40W e produce un fascio luminoso di 8.000 LM con una tonalità colore bianca di 6500K. Questo significa non solo incrementare l’intensità della luce proiettata, ma anche aumentare i contrasti migliorando la percezione degli oggetti illuminati,le asperità dell’asfalto, affaticando meno la vista anche sulle lunghe percorrenze.

Come sostituirla

 

Le operazioni da svolgere sono semplici,  non servono attrezzi, ed i cablaggi mettono al riparo dal pericolo di scossa. Per prima cosa deve essere scollegato lo spinotto dalla lampadina da sostituire. Quindi si toglie la cuffia di protezione e si sgancia il portalampada con la lampada stessa. Adesso sarà il momento di sostituire la lampada alogena con quella a LED e si procederà quindi a riposizionare il portalampada .Come ultima fase si rende necessario riposizionare la cuffia di protezione e riconnettere la ventola.  Un’operazione per niente difficile, che ha bisogno di alcune accortezze però: è importante scegliere prodotti omologati e, nel caso si riscontrino problemi o anomalie contattare la prpria officina di fiducia.