A partire dalla prima gara in Qatar l'omologazione sarĂ  obbligatoria per tutti i piloti FIM

A partire dalla prima corsa del campionato mondiale in Qatar il prossimo 10 marzo, l'uso di caschi omologati FIM sarà obbligatorio per tutti i piloti che accedono alle competizioni FIM Grand Prix. Shark non ha perso tempo ed il suo Race-R Pro GP, che sarà indossato, a partire dalla prossima stagione, dai piloti come Johann Zarco e Jorge Lorenzo, è stato sottoposto a una valutazione potenziata e più completa delle prestazioni e ha superato tutti i test del FIM Helmet Standard FRHPhe-01. L'omologazione è illustrata dalla marchiatura FIM, che riporta la dicitura "FIM Racing Homologated Helmet", i loghi FRHP e Shark e le informazioni sul prodotto.


FIM Helmet Standard FRHPhe-01


Il FIM Helmet Standard FRHPhe-01 sono dei test di impatto lineare a bassa (5,0 m/s) e ad alta velocità (8,2 m/s) su punti ECE e a media velocità su tre punti extra scelti a caso sulla superficie del casco, i test di impatto obliquo con cinque
diversi orientamenti e i test di penetrazione in due punti casuali. Da tempo Shark sta lavorando a stretto contatto con il programma di omologazione FIM Racing per fare un passo ulteriore per quanto riguarda il livello di sicurezza per tutti i piloti. 


Race-R Pro GP


Il nuovo Race-R Pro GP sarà disponibile per i piloti Shark in 5 taglie (dalla XS alla XL) e l'omologazione è valida solo in presenza di tutte le appendici disponibili (mentoniera, prese d'aria superiori e anteriori, prese effetto Venturi superiori e laterali) e spoiler aerodinamico posteriore. Come sottolineato anche da Alban Rojas, Responsabile Ricerca e Innovazione Shark Helmets, il nuovo Race-R Pro GP mostra a pieno la filosofia del marchio, ovvero quella spingere i confini tecnici e innovare per garantire ai piloti il più alto livello di prestazioni e protezione, che superi anche gli standard di sicurezza.