L’ex pilota di freestyle motocross ha creato la sua versione della nuova Kawasaki KX 450 2019

A guardarla, la 3D Core,  non sembra una special: le linee sono quelle standard dell'ammiraglia cross di Akashi, la Kawasaki KX450, ma a cambiare è tutto il resto. Un concept nato dai sogni di bambino di Alvaro Dal Farra, che bramava la Malaguti Grizzly già a 3 anni, e che dopo 3 decadi trova vita nella 3D Core.


Una vita sul tassello


Chi non conosce Alvaro Dal Farra penserà ad un customizzatore, ma il palmares non può trarre in inganno: il vicentino è stato infatti un pilota di freestyle motocross tra i pèiù famosi al mondo, partecipando ai più importanti eventi al mondo quali Red Bull Xfighters, Masters of Dirt, Dew Tour, LG Action Sports, Ifmxf Night of the Jump. Oggi è manager del team DaBoot e ideatore di diversi progetti nell’fmx, oltre che giudice dei più prestigiosi eventi del mondo. Gestisce e insegna nella scuola di fmx motocross da lui ideata.


La moto


Come suggerisce il nome la pecurialità di questa moto è nelle sovrastrutture stampate in 3D, realizzata con tecnologia HP multi jet fusion da Skorpion Engineering, grazie alla quale Dal Farra e il suo team hanno potuto creare diversi strati e un vero “cuore aperto”. Lavorazioni laser 3D, anodizzazioni, verniciature e parti speciali vanno a completare la moto e ad esaltare il concetto di ricerca estrema della stessa. Sì perchè il concept “anatomico” della moto è ribadito nei colori: il rosso e il blu, come il cuore e le arterie. A sottolineare il bisogno viscerale e fisico di Alvaro di salire in sella a una due ruote... rigorosamente tassellate.

Fotogallery: 3D Core by Alvaro Dal Farra