L’undicesima edizione si chiude col primato di visitatori e con le special italiane a dominare le classifiche finali

Tempo di bilanci nella città dell’amore shakespeariano. Il Motor Bike Expo 2019 si è appena concluso, e ha avuto come teatro la solita cornice di Veronafiere. Sembrava difficile poter battere il primato di 167.000 presenze fatto registrare lo scorso anno, in occasione della decima edizione, ed invece il 2019 è riuscito a portare al salone dedicato al mondo delle special ben 170.000 appassionati.


Numeri in crescita


Un record stabilito anche grazie alla massiccia presenza di customizzatori da tutto il mondo e all’alto numero di presentazioni e anteprime di special svelate durante i 4 giorni di MBE in tutti gli 8 padiglioni. Tante le attività per i visitatori, dallo short track e i giri in pista indoor ai test ride esterni, con gli immancabili stunt show e gare di drift. Molte le personalità presenti: da campioni come Marco Lucchinelli, Loris CapirossiMarco Melandri a cantanti e sportivi come Max Pezzali, Aldo Montano, il dj Ringo e Alba Parietti.


Maestri di special


Non sono mancati i contest durante il Motor Bike Expo. Dal Best of Show, vinto ex-aequo dall’officina milanese Radikal Chopper e dai giapponesi di Suicide Cycles, passando al premio messo in palio dagli indonesiani del Suryanation Motorland, lo show indonesiano che ha deciso di premiare e portare nella prossima edizione del salone di Giacarta la special dei bresciani Gallery Motorcycles. Il Metzeler Award è andato al valdostano MS Artrix, mentre il premio per la migliore Honda a i veneziani di Imbarcadero 14.


Uno show internazionale


“Dopo 25 anni di attività in questo settore, aggiungere ancora numeri è motivo di enorme soddisfazione – ha dichiarato Francesco Agnoletto, organizzatore dell’evento, che ha aggiunto - Come ho già avuto modo di dire, quando abbiamo iniziato mai mi sarei immaginato di poter arrivare a risultati simili. Per questo continueremo a lavorare come abbiamo fatto finora per far crescere le nostre iniziative sia sotto il profilo della qualità che della loro consistenza”. Fa eco ad Agnoletto l’altra storica organizzatrice di MBE, Paola Somma, che ha aggiunto: “Continuiamo a registrare piena soddisfazione e consenso da parte degli espositori e degli operatori e questa è la prima, grande gratificazione. Motor Bike Expo 2019 ha poi confermato il suo livello internazionale sia attraverso le partnership con importantissime manifestazioni di ogni parte del mondo, sia grazie alla presenza di ospiti provenienti dall’estero che ormai ogni anno confluiscono su Verona per prendere parte all’evento”.