Indizio per un futuro modello della casa americana?

Indian Motorcycle sembra voler fare le cose in grande nel prossimo futuro: così dopo aver posto i diritti sul nome Raven qualche mese fa, la casa di Springfield ha da pochi giorni registrato anche Renegade.


Il nome


Per gli appassionati di moto il nome non suonerà nuovo sul fianco di un serbatoio. Un’altra casa americana, la UM Motorcycles, ha una sua linea di cruiser di piccola cilindrata sotto il nome di Renegade, ed è per questo che il gruppo Polaris ha registrato “Indian Renegade” come brand. 


I possibili scenari


Naturalmente la registrazione del copyright su un nome non può essere garanzia di una nuova moto. Nel caso di Indian però possiamo citare Agatha Christie e il suo “più indizi fanno una prova”: Renegade è il secondo nome che la casa americana fa suo nel giro di pochi mesi, e dopo l’esordio della FTR1200 c’è una nuova piattaforma da sfruttare al massimo per dare nuova linfa al listino. Proprio l’attesissimo esordio della naked ispirata al flat track ha aperto l’orizzonte ad Indian Motorcycle, ancorata storicamente al solo panorama custom. Che Indian voglia seguire la strada della rivale Harley-Davidson e realizzare una maxi-enduro? Difficile a dirsi, ma non impossibile. Ultima, ma non meno importante considerazione: le Scout hanno ormai qualche anno sulle spalle, e se anche Renegade fosse un nuovo cruiser, di minore o uguale cilindrata, rappresenterebbe una boccata d’aria fresca nella gamma del marchio.