La supersportiva media di Tokyo muove i primi passi tra cordoli e passaggi montani

Finalmente è tempo di rombare anche per la Honda CBR650R, “gemella diversa” della naked della linea Neo Sports Cafè, CB650R, che abbiamo già visto in azione. In poco più di un minuto e mezzo il filmato sposta la sportiva Honda dai cordoli della pista ai belvedere montani, a sottolinearne la sportività.


Osservata Speciale


Durante il video passano in rassegna le caratteristiche della CBR650R, a cominciare dal motore quadricilindrico capace di scaricare sulla ruota posteriore ben 95 CV a 12.000 giri, con un picco di coppia di 64 Nm a 8.500 giri. Una vivacità facilmente “placabile” per i meno esperti, visto che la moto può essere depotenziata a 35 kW per i patentati A2. Frizione antisaltellamento e controllo di trazione HSTC fanno parte del pacchetto di migliorie che la CBR650R può vantare, insieme alla ciclistica migliorata grazie al telaio più leggero e ad un impianto frenante da Superbike, con doppio disco da 310 mm morso da una coppia di pinze a 4 pistoncini e attacco radiale per la ruota anteriore. La primavera dovrebbe portarla sul mercato italiano, per adesso dobbiamo accontentarci di godercela in video.