La supersportiva di Akashi batte anche un aereo militare F-16

Chi, tra gli amanti delle gare di velocità, se potesse non vorrebbe vedere mezzi completamente diversi darsi battaglia per tagliare per primi il traguardo? Tutti ,naturalmente. Ma chi, riuscirebbe a trasformare questa dolce fantasia in realtà? Nessuno, verrebbe da dire, ma non è così: perchè al Teknofest di Istambul, in Turchia, la parola impossibile non esiste, e gli organizzatori ne hanno dato l’ennesima prova.


L’evento


Il Teknofest è una manifestazione annuale che ogni anno porta ad Istambul le migliori realtà in ambito meccanico ed ingegneristico per mostrare al mondo come la mobilità del futuro si arricchirà di nuovi nomi e tecnologie, ma quest’anno l’evento principale del calendario è stata quella che si può definire “la madre di tutte le drag-race”.


In griglia


Nella pista del nuovo aeroporto della città turca, lo Yeni Havalimani, si sono schierati uno accanto all’altro: un jet privato Challenger 605, un cacciabombardiere F-16, una Red Bull di Formula1, una Tesla Model S P100D, la nuova Aston Martin Vantage, una Lotus Evora GT, e naturalmente la Kawasaki H2R guidata dal pilota del campionato Supersport turco, Kenan Sofuoglu. Il vincitore ve lo abbiamo anticipato, ma vale la pena godersi il filmato.