Al Bangkok Motor Sale il marchio indiano ha mostrato una versione rally della piccola tuttofare

Il nome dice tutto, o quasi: “Dakar Edition”. E’ stata ribattezzata così la Himalayan customizzata da Royal Enfield Thailandia per essere esposta al Bangkok Motor Sale, il salone automotive della capitale. E ad una prima occhiata verrebbe da scommettere che nelle tappe del rally più famoso del mondo forse la monocilindrica indiana, col vestito buono. potrebbe dire la sua.


Spirito pionieristico


La livrea è rossa, con inserti blu e bianchi, dove spicca il logo Himalayan e il profilo del beduino, marchio inconfondibile della Dakar, sulle tabelle portanumero. Rosse anche le barre paramotore con due faretti LED alle estremità. Il parafango anteriore basso sparisce e rimane solo il “becco” alto, posizionato appena sotto il cupolino in carbonio in cui sono incastonati due piccoli fari, anch’essi LED. Il manubrio è più alto, firmato Protaper e dotato di ammortizzatore di sterzo, mentre il serbatoio è protetto dalla carena. La sella è su un unico livello e più corta, così come il parafango posteriore, da vero motocross.


Special o prototipo?


Il motore monocilindrico da 411 cc e 24,5 CV di potenza non è stato toccato, e anche lo scarico, più alto rispetto alla versione “da concessionaria”, sembra essere lo stesso. Royal Enfield non ha rilasciato nessuna comunicazione in merito a questo concept, ma più di qualche fan del marchio terrà le dita incrociate con la speranza che la Dakar Edition diventi una serie limitata, come già successo in altri casi, o una versione più “spinta” da affiancare alla Himalayan.

Fotogallery: Royal Enfield Himalayan Dakar Edition