Continua la crescita del Marchio di Borgo Panigale, che ha venduto 55.871 moto in tutto il mondo

Secondo Claudio Domenicali, CEO di Ducati Motor Holding, il 2017 è stato “un altro anno positivo per Ducati sia dal punto di vista commerciale che sportivo”. In effetti, a vedere i numeri, non si può dargli torto: l'anno appena concluso è stato infatti ancora di crescita per Ducati.


Italia a gonfie vele 


Se nel mondo, nel 2017, sono state vendute 55.871 moto contro le 55.451 del 2016, l'Italia è uno dei mercati dove Ducati ha guadagnato di più: con 8.806 pezzi consegnati, il 2017 si chiude con un bel +12% rispetto all'anno precedente. Il merito? Prima di tutto della famiglia Multistrada, che nel 2017 si è allargata con la Multistrada 950. Poi anche le Monster, la SuperSport e la 1299 Superleggera, le cui 500 unità sono state acquistate (a 80.000 euro l'una) ancor prima dell'inizio della produzione. E poi, certo, le Scrambler, che tengono alta la percentuale di vendite con ben 14.061 unità.


Raddoppio in Cina


Ma le vendite di Ducati vanno bene anche in Europa, con un +4% e 31.123 moto, molte delle quali provenienti dal mercato spagnolo, che ha segnato un ottimo +28,3%. Oltreoceano, negli USA – sempre il primo mercato per Ducati – sono state piazzate 8.898 moto (+1,3%) mentre l'Argentina ha strabiliato con un +66%. Il raddoppio della rete di vendita in Cina (da 9 a 18 concessionari) ha portato ad un + 31%, con 5.805 moto totali consegnati nei mercati asiatici.


Un 2018 sereno 


Come sarà il 2018 di Ducati? Presto per affermarlo con certezza ma, visti i mezzi presentati ad Eicma, ci sono buone speranze. Dalla Panigale V4 alla Multistrada 1260, passando per la Scrambler 1100, le novità – incluse Monster 821 e 959 Panigale Corse – non mancano di certo. Ne riparliamo a fine anno.

Fotogallery: Ducati, 2017 in crescita