E' stata realizzata per il proprietario della collezione motociclistica sulle Alpi più grande d'Europa

Realizzare una special su base Indian Bagger? Non è certo un lavoro dei più semplici. Specie se il proprietario della moto in questione, la Indian Chief Vintage Top Mountain è colui che ha le chiavi del più grande museo motociclistico delle Alpi: il Top Mountain Motorcycle Museum, situato a Hochgurgl, in Tirolo (Austria). Inaugurato ad aprile 2016, contiene la bellezza di oltre 230 mezzi classici di più di 100 Case diverse, e ha come padrino nientemeno che Giacomo Agostini.


La moto di... Attila 


Ora, capite bene che accontentare Attila (sì, proprio questo il suo nome) Schleiber, proprietario del Museo e del vicino Hotel, non sia stata cosa semplice come bere un biccher d'acqua. A svolgere il “lavoro sporco” Markus Krasser, del concessionario Indian austriaco Styrian Motor Cycle. Che ha preso una Indian Chief Vintage del 2016 e ne ha estratto qualcosa di davvero speciale. L'obiettivo? Inserire nel progetto sia alcune “influenze” del Museo sia alcuni episodi della vita di Attila.


Disegni e verniciatura accurata 


La tonalità scelta per la carrozzeria è stata poi verniciata sulla moto da uno dei più bravi specialisti austriaci (Airvolution) e, qua e là, sono state inserite “scene” delle moto del Museo. La ruota posteriore è completamente nascosta da un'apposita carenatura, mentre lo scarico, creato ad hoc per questa moto, “buca” il parafango posteriore al centro. Tranne il serbatoio e la luce posteriore, tutto nella Indian Chief Vintage Top Mountain è stato realizzato su misura dall'azienda SMC. Durante l'inverno la creatura rimarrà – per ovvie ragioni – nel Museo: Attila non vede l'ora di godersela sui passi alpini appena dopo il disgelo. In fin dei conti, è pur sempre regolarmente omologata per la circolazione stradale... 

Fotogallery: Indian Bagger Top Mountain