Poche modifiche e l'artigianale monocilindrica inglese diventa un mezzo di stampo off-road agile e divertente

Ne avevamo già parlato poco tempo fa, ed oggi grazie ai colleghi di MCN mostriamo le prime immagini della versione Scrambler della CCN Spitfire.
Dalla base tecnica della flat-track, nasce una guizzante versione dedicata all'off-road,ma nel puro spirito CCN. La factory inglese, specializzata in pregiate realizzazioni artigianali, ha implementato la Spitfire di particolari inediti per farne un mezzo altrettanto esclusivo e dai caratteri decisamente personali ed accattivanti.


Dettagli che fanno la differenza


Lo Spitfire Scrambler utilizza lo stesso telaio in tubi di acciaio realizzato a mano, ma qui la parte di struttura che interessa la zona reggisella è stata leggermente modificata per favorire l'andamento alto dello scarico. Riviste anche le quote fondamentali della moto, ora più alta da terra, grazie ad un nuovo monoammortizzatore regolabile e dalla maggiore corsa.
Sempre in ottica di un utilizzo fuoristradistico, troviamo delle ruote a raggi con misure da 19" e 17" pollici per anteriore e posteriore, oltre ad un manubrio più largo e rialzato. Completa il quadro una sella ora più lunga e imbottita della Spitfire e di stampo retrò. L'altezza che ne consegue è comunque contenuta in soli 830 mm, mentre il peso totale della moto è di appena 123 kg a secco.
L'inizio della produzione della CCN Spitfire Scrambler è prevista per la fine di quest'anno ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi attorno alle 9000 sterline. Le unità prodotte dovrebbero superare per numero le 150 moto della versione flat-track, ma comunque mantenersi in numero contenuto, in omaggio alla esclusività delle opere CCN.