Per sfidare il TMax, re della categoria, punta su un rapporto qualità/prezzo davvero interessante

Kymco AK550 è uno scooter molto atteso dal mercato, realizzato in Italia per provare a contrastare lo strapotere del TMax nel settore degli scooter sportivi, proponendo contenuti all'avanguardia sia per tecnica che per qualità. Sembra avere tutte le carte in regola per giocare ad armi pari, ma c'era ancora l'incognita del prezzo, che a Motodays 2017 è stato svelato ufficialmente.


Tecnologia e qualità


L'AK550 è stato il re dello stand Kymco di EICMA, con il suo motore bicilindrico parallelo DOHC a 8 valvole montato centralmente sul telaio, capace di ben 53,4 CV e 55,6 Nm di coppia. Con questa unità la trasmissione finale è a cinghia e c'è un bel forcellone in alluminio con mono orizzontale. La forcella è a steli rivesciati e l'impianto frenante brembo a doppio disco e pinze radiali fa venire in mente le moto sportive. Il peso totale del mezzo è di 226 kg.
L'elettronica è di ultima generazione, e si basa su un sistema a doppia mappatura (Full Power e Rain Mode) selezionabile in caso di asfalto a scarsa aderenza. In sella si sta comodi, come ci ha sempre abituato Kymco, e il pilota ha anche un supporto lombare di solito tipico degli scooter GT. Ovviamente c'è anche l'ABS Bosch.


La sfida del prezzo


Arriviamo al sodo, il prezzo. Per il mercato italiano sarà disponibile dal mese di aprile 2017 a partire da 9.790 euro, un ottimo listino che rimane in linea con l'ormai consolidato rapporto qualità/prezzo dei prodotti del marchio taiwanese. Il TMax 2017 parte da 11.490 euro, una differenza sostanziale che promette una bella lotta sul mercato. 


 

Fotogallery: Kymco AK550 2017 Full Gallery