Una flat tracker che potrebbe entrare presto in produzione, con propulsione completamente elettrica

A Portland, in Oregon, si è appena svolto il One Moto Show, una fiera dedicata alle due ruote che ha visto il debutto di un concept davvero particolare proposto da Alta Motors, brand americano da diversi anni impegnato nella realizzazione di moto elettriche. Si chiama Redshift ST ed è una sorta di trial urbano a zero emissioni.


Flat tracker elettrica


La base del progetto è la piattaforma Redshift, che Alta Motors produce già nella versione MX da cross, con prestazioni paragonabili a quella di una 250 a 4 tempi. Questa ST riprende il telaio e la parte propulsiva, ma cambia completamente le sovrastrutture e la ciclistica, rendendola soprattutto omologabile per la circolazione su strada.
Le sospensioni sono state abbassate e entrambe le ruote sono da 19" in carbonio della BST con pneumatici da flat track. I fari sono interamente a LED e danno un look classico-moderno al frontale, mentre le sovrastrutture risicate richiamano sia le flat tracker che i leggeri mezzi da motoalpinismo.


Verrà prodotta?


Alta Motors prevede una reale produzione di questo concept, con l'obbiettivo di dare un modello più versatile e utilizzabile tutti i giorni alla piattaforma Redshift. Ciò nonostante, non si tratterà di una moto dal prezzo popolare. La Redshift ST, se manterrà i materiali pregiati e la catena di produzione molto esclusiva e di pochi esemplari, sarà una moto dedicata a pochi facoltosi. La si può vedere questo weekend dal vivo al One Moto Show di Portland, se siete nei paraggi. 

Fotogallery: Alta Motors Redshift ST