Le superbike non vendono più come una volta, ma oggi più che mai abbiamo la possibilità di scegliere fra versioni estreme di diverso tipo

Il mondo delle superbike stradali è cambiato molto negli ultimi 10 anni. Siamo passati da moto dalle prestazioni esagerate ma ancora sfruttabili su strada a vere e proprie bestie da pista, con prezzi esorbitanti e prestazioni troppo elevate per la maggior parte dei normali utilizzatori. Questo ha portato anche a un ribaltamento del mercato, passato in pochi anni dal boom di vendite dei primi '00 ai bassissimi volumi di produzione e vendita post-crisi di questi anni. 
Le supersportive di grossa cilindrata, comunque, tengono il passo e le Case continuano a investire su questi modelli, anche se le vendite portano un ritorno molto limitato. L'importanza di averle in listino è legata principalmente all'immagine dei brand veicolata attraverso il canale sportivo (partecipazione alle gare Superbike) e quello del marketing (modelli icona che trascinano le vendite di tutti gli altri prodotti del marchio). Le più sognate, ovviamente, sono quelle in tiratura limitata, realizzate per pochi eletti e vendute a prezzi esorbitanti. Ecco quelle più rappresentative del 2017, che abbiamo diviso in due gruppi.


Quelle che difficilmente potete permettervi


Ducati 1299 Superleggera - 500 esemplari
La regina delle superbike replica è lei, presentata all'EICMA 2016 con il telaio in carbonio e il suo incredibile rapporto peso/potenza. I 215 CV per 159 kg fanno gola a molti, ma anche se disponete dei circa 80.000 euro necessari a comprarla non potrete averla. Tutte le unità sono già state vendute e non ci sarà una seconda serie.


Kawasaki Ninja H2/H2R - Su ordinazione
La H2R è una moto che più estrema non si può, con un motore 4-in-linea sovralimentato che sprigiona fino a 320 CV e un look da astronave. Si tratta di un modello prodotto in pochi esemplari e su ordinazione, perchè realizzato interamente a mano da uno specifico reparto di specialisti. Oltretutto non è omologata per la strada, per quello c'è l'altrettanto esclusiva H2, che viene realizzata con gli stessi criteri ma ha una potenza più "umana" di 200 CV.


BMW HP4 Race - Tiratura limitata da definire
Sarà una delle più attese del prossimo EICMA, anticipata da poche immagini quest'anno e con la promessa di diventare la BMW più estrema mai prodotta. La HP4 Race avrà telaio e sovrastrutture in carbonio, per un utilizzo unicamente pistaiolo e senza omologazione stradale. Vi terremo aggiornati non appena sapremo di più su di lei.


Aprilia RSV4 RR-GP - Su ordinazione
La V4 più incredibile mai prodotta a Noale. 250 CV per un prezzo di 100.000 euro. Viene realizzata partendo praticamente da una Superbike ufficiale e poi adattata a piloti un po' meno esperti, ma rimanendo comunque un purosangue da corsa. 


Honda RC 213 V-S - Su ordinazione
Una MotoGP per la strada, ma con qualche limitazione. La RC 213 V-S di Honda ricalca in modo preciso le forme e la tecnica delle moto di Marc Marquez e Dani Pedrosa, ma condisce tutto con un comportamento stradale tipicamente Honda, quindi alla portata di molti motociclisti. "Solo" 159 CV che possono salire a oltre 200 con uno specifico kit che toglie le restrizioni (e l'omologazione stradale). Costa 218.000 euro e non ne vengono prodotte più di 10 a settimana.


Quelle più abbordabili


Yamaha R1M - 500 esemplari 
È stata la prima delle edizioni limitate di nuova generazione e alla prima tranche di 500 esemplari, Yamaha ha fatto seguire una nuova tiratura di poche centinaia di esemplari per riuscire a soddisfare tutti gli ordini in più. Questa R1 speciale ha la M della MotoGP nel nome, componentistica più raffinata e sospensioni Ohlins con specifiche da pista.  


Honda CBR1000RR FIREBLADE SP2 - Tiratura limitata da definire 
Ne verranno prodotte poche e come la cugina R1M rappresenta la versione più estrema della nuova Fireblade. Sarà proposta in due versioni: SP con sospensioni semiattive e SP2 con modifiche anche al motore- Ovviamente le si riconosce per l'utilizzo di sospensioni Ohlins e per la colorazione dedicata HRC. Sono state presentate prima della versione standard.


Kawasaki ZX-10 RR - 500 esemplari
La campionessa del mondo Superbike non poteva non avere una versione speciale omologata. La RR si presenta con il codino monoposto, cerchi ultraleggeri Marchesini a 7 razze e cambio elettronico bidirezionale KQS. Una sola colorazione, il nero opaco Winter Edition con dettagli in bianco.


Suzuki GSX-R 1000 R - Tiratura limitata da definire
La versione R della Gixxer del 2017 sarà difficile da riconoscere. Le sospensioni sono l'unico elemento che differenzia le due versioni: nella standard troviamo una forcella Showa BPF davanti e un mono Showa tradizionale dietro, mentre sulla R la sospensione anteriore è una Showa BFF con steli pressurizzati come in MotoGP e un mono Showa BFRC lite al posteriore. Esteticamente cambia leggermente la colorazione e la R ha anche i LED diurni.

Fotogallery: Kawasaki Ninja H2R (2)