Il volume verrà presentato, a fine ottobre, nelle sale del Museo “Checco Costa” presso l’autodromo di Imola

La ricordate la mitica 200 Miglia di Imola? Il motociclismo ai tempi del Motociclismo, direbbe qualcuno. Certo, non si dovrebbe vivere di passato o di ricordi; ma è innegabile, come certe atmosfere d'altri tempi, un modo di vivere le gare e la passione per le due ruote, mantengano inalterato il proprio fascino negli anni. Come provano a raccontarci Angelo Dal Pozzo e Claudio Ghini nel libro La 200 Miglia di Imola “Corsa dei sogni 1972-1985” (Bacchilega Editore). 272 pagine, corredate da oltre 400 foto, per ricordare, a trent’anni dall’ultima edizione, una delle più grandi corse della storia del motociclismo, organizzata tra il 1972 e il 1985.


La presentazione


Il volume verrà presentato ad appassionati e addetti ai lavori, nelle giornate di giovedì 22 ottobre (ore 11.00 ) e sabato 24 ottobre (ore 18.00), nelle sale del Museo “Checco Costa” presso l’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola. Gli incontri saranno condotti dalla voce di Carlo Costa, speaker storico dell’impianto sportivo di Imola, con il contributo degli autori e la partecipazione di grandi campioni del motociclismo quali Giacomo Agostini, Marco Lucchinelli, Johnny Cecotto, Virginio Ferrari, Bruno Spaggiari e altri. Una "squadra" d'eccezione, per introdurre questo intrigante viaggio nella memoria, attraverso le storie, le parole ed i ricordi dei 9 piloti che l’hanno vinta: Paul Smart, Jarno Saarinen, Giacomo Agostini, Johnny Cecotto, Steve Baker, Kenny Roberts, Marco Lucchinelli, Graeme Crosby, Eddie Lawson.


Location emozionante


A circondare relatori e appassionati, durante i due appuntamenti in programma, ben ventiquattro moto originali dell’epoca, autentici gioielli tra i quali spiccano la Ducati 750SS n.16 Paul Smart (1972), la Yamaha 351 n.5 Jarno Saarinen (1973), la Yamaha 750 n.4 Giacomo Agostini (1975) e la Yamaha 750 n.2 Kenny Roberts (1978). Tutte moto provenienti dalle più importanti collezioni tematiche italiane ed estere. Per respirare a pieni polmoni tutta l'atmosfera di questa mitica competizione, a cornice dell'evento, la creativa espressione artistica di Fedro Zanetti e del suo “stravagante” team Skill Evolution e la visione dell’inedito filmato “La 200 Miglia di Imola” per la regia di Mario Fiumi e del Dott. Claudio Marcello Costa.