La regina delle enduro stradali ha ora un nuovo "scettro": uno scarico leggero e compatto in 4 differenti materiali

Il mercato delle moto non naviga in acque placide, di conseguenza anche il settore aftermarket è in profonda crisi. Per andare sul sicuro, l'azienda produttrice di impianti di scarico Exan ha deciso di realizzare un nuovo terminale per la moto più venduta d'Italia da diverse stagioni a questa parte: la BMW R 1200 GS


L'ultima versione dell'enduro stradale per eccellenza sta riscuotendo lo stesso successo della moto che l'ha preceduta e siamo arrivati a oltre mezzo milione di GS con motore boxer prodotte dal giorno del debutto sul mercato. Questo nuovo sistema di scarico X-Black punta tutto sull'aggressività ed eleganza del nero, colore ideale per snellire e incattivire le linee di questa moto. 


Troviamo dunque un terminale di dimensioni compatte che segue le stesse linee e attacchi di quello di serie e ha un fondello trapezoidale in carbonio che fa il paio con il fodero nero e il logo dell'azienda in rilievo. Il risparmio sulla bilancia è di ben 2 kg, non troppo influenti con una moto da oltre 230 kg ma è comunque un bel risparmio.


I materiali disponibili sono ben quattro: Acciaio Inox, Acciaio Satinato Nero, Titanio e Carbonio, tutti realizzati con finiture e accoppiamenti all'altezza del prodotto su cui vengono montati e con la promessa di un incremento (seppur leggero) di prestazioni in coppia e potenza, oltre che un sound decisamente più coinvolgente. I prezzi variano dall'acciaio che parte da 500 euro e 530 euro per il satinato nero, titanio e carbonio.

Fotogallery: BMW R 1200 GS Adventure 2014 - TEST