Piaggio presenta il nuovo MP3 partendo dalla cilindrata più alta, con ABS e ASR. Si guida con la Patente B

Nei prossimi giorni voleremo a Parigi, città che storicamente è diventata il mercato d’elezione del Piaggio MP3, per vedere e provare la versione completamente rinnovata del famoso scooter italiano che ha inventato il segmento dei tre ruote basculanti. Presentato nel 2006, il Piaggio MP3 è stato venduto in oltre 150.000 esemplari, ed è stato declinato in molteplici versioni tra cui quelle "LT" con carreggiata allargata per consentirne la guida ai possessori di patente B, o le più compatte Yourban.

In passato l’MP3 era già stato declinato in cilindrata 500 ed ha avuto anche un fratello, il Gilera Fuoco 500, che condivideva con il Piaggio la ciclistica e montava un motore derivato dal Beverly 500. Oggi la Piaggio ha deciso che la cilindrata più alta sarebbe dovuta tornare anche sul MP3, e infatti è proprio da questa cubatura che la Casa di Pontedera parte per lanciarne la nuova edizione 2014.

TECNOLOGIA E SICUREZZA

Per il nuovo MP3 500 la piaggio ha attinto al meglio disponibile in Casa, la motorizzazione deriva da quella del X10 500, dotata di Ride by wire e di un sistema di controllo della trazione ASR (Acceleration Slip Regulation), che tiene a bada la coppia motrice che si preannuncia sicuramente elevata. Ma non basta perché il nuovo MP3 500 è dotato di serie anche di antibloccaggio ABS per i freni.

Scenderemo presto più nel dettaglio dei nuovi dati tecnici che saranno svelati a brevissimo; per ora possiamo solo citare l’estetica rinnovata, specie nel disegno della coda, il grande vano sottosella che ora può ospitare due caschi integrali, e l’aumento del diametro delle ruote da 12 a 13 pollici. Piaggio comunica, inoltre, che il nuovo MP3 500 ABS-ASR sarà guidabile anche con la sola patente B.

Fotogallery: Anteprima nuovo Piaggio MP3 500 ABS ASR 2014