Il campione Superbike si farà chiamare solo Toseland nella sua nuova sfida musicale. Il talento c'è, come quando correva in moto

James Toseland è due volte campione del mondo della Superbike ed ex pilota MotoGP. Quest'anno ha compiuto 34 anni, ma già dal 2011 ha appeso il casco al chiodo, a causa di un infortunio al polso più volte trattato ma che ha avuto conseguenze permanenti. L'inglese è soprannominato "Il Pianista", proprio per la sua capacità allo strumento e la sua passione per la musica (l'abbiamo già visto all'opera coverizzando un pezzo di Brian Adams), così grande che ora è diventata la sua professione con l'uscita del suo primo album e del singolo Crash Landing.

UN MOTOCICLISTA ROCK

Da asso della Superbike a cantante professionista, il salto è stato netto ma il risultato sembra essere all'altezza del professionista che è sempre stato. La sua bravura dietro al microfono è indiscutibile, con un'impostazione vocale che ricorda Bruce Dickinson degli Iron Maiden e uno stile hard rock classico che mette le radici negli anni '80 e '90. Il progetto è più che serio, dato che James ha pubblicato il singolo su un canale "Vevo" di Youtube, il network che riassume i più famosi e importanti nomi della musica internazionale sul sito.

Apprezziamo anche la volontà di prendere le distanze da quello che è stato il suo passato, quasi a sottolineare l'intenzione di essere apprezzato e ricordato nella sua nuova veste soltanto per il valore della musica che realizza. Il motociclista non viene menzionato nel video e nel testo, James si apre a un pubblico che non ha nulla a che fare con le gare di moto e sarà divertente sentire parlare di Toseland da appassionati di musica, ignoranti del fatto che è stato uno dei piloti mondiali più forti degli anni '00 e campione del mondo nel 2004 e nel 2007. Bravo!