...e Vale risponde: "E' bello zittire con i risultati e con questo tipo di gare i critici"

Nella nostra pagella dei piloti relativa alla prima gara della MotoGP 2014 disputata in Qatar, oltre al 10 di Marquez, forse in molti avrebbero dato un 10 anche a Valentino Rossi.

Tra questi di certo troviamo papà Graziano che non nasconde il suo entusiasmo dopo l'eccellente risultato di domenica, piaciuto tanto anche ai tifosi. Rossi senior parla chiaro: "Il duello fra i due è stato al cardiopalma e ha tenuto incollati agli schermi tutti gli appassionati e se queste sono le premesse tutto mi fa pensare che ne vedremo degli altri nel corso della stagione". Ai microfoni di Eurosport aggiunge poi: "Lui ha lavorato quest’inverno per essere allo stesso livello di Marc e Jorge e io voglio credere che sia possibile. Per me Marquez, Lorenzo e Valentino vanno messi sullo stesso piano: i primi due hanno la forza di essere nel fiore degli anni e di essere reduci da annate strabilianti, Valentino però ha un bagaglio di esperienza che molti sottovalutano ma che può rivelarsi molto utile. E’ stato protagonista di mondiali molto combattuti e nella battaglia ha sempre fatto vedere di essere secondo a nessuno. Inoltre anche se ha 35 anni ha ampi margini di miglioramento perché sta lavorando molto per cambiare il suo stile di guida e già dei benefici si sono visti…".

Sull'onda dell'entusiasmo (perdonate il gioco di parole), anche Valentino ha rilasciato un'affermazione niente male che sa un po' di vendetta: "Io penso che sia normale che un pilota che ha vinto 9 mondiali sia amato da tanti ed odiato da alcuni. Mi limito a dire che è bello zittire con i risultati e con questo tipo di gare i critici. Mi sa che almeno per un anno forse due non avranno più argomenti".