Arrivano le prime notizie da Mattighofen. Ricambi e Customer Service rimarranno in Italia

Nella delicata vicenda che sta interessando in questi mesi il marchio Husqvarna, ceduto dalla BMW alla Pierer Group, iniziano a delinearsi dei primi scenari su cosa accadrà in futuro. Arriva oggi, infatti, una nota da Mattighofen che inizia a chiarire cosa accadrà nei prossimi mesi.

HUSQVARNA E HUSABERG DI NUOVO INSIEME

Pierer Group ha dichiarato che: "dopo un’attenta analisi e valutazione di tutti gli aspetti, il gruppo austriaco è giunto alla conclusione di riunire ciò che è nato da radici comuni 25 anni fa". Per chi non lo sapesse, quando nel 1988 la Cagiva acquistò l’Husqvarna, un gruppo di dipendenti svedesi che non erano intenzionati a trasferirsi in Italia (Gustavsson, Helmin e Larsson), fondarono la propria azienda con il nome di Husaberg, poi acquisita nel 1995 dalla KTM. A quanto pare, quindi, nella storia di Husqvarna ci sarà un ricongiungimento con il marchio Husaberg.

NUOVI MODELLI DA OTTOBRE

Pierer Group ha dichiarato inoltre che presto sarà lanciata la futura lineup di Husqvarna, nei segmenti Enduro, Motocross e Sportminicycles, mentre il settore del Motard sarà oggetto di sviluppo in un futuro, a quanto pare. La data che Pierer ha fissato per mostrare il nuovo asset di Husqvarna è ottobre 2013, quando in Svezia sarò presentata la gamma offroad 2014, prima di essere esposta a Eicma in novembre.

NUOVO NOME, NUOVA SEDE
Cambierà anche il nome dell’azienda, che si chiamerà "Husqvarna Sportmotorcyle GmbH" con sede a Mattighofen, in Austria. A quanto pare, quindi, le Husqvarna del futuro saranno costruite oltralpe come già avviene per le Husaberg. In merito alla rete, Piere Group ha dichiarato che concessionari e importatori Husqvarna saranno basati sull’attuale rete vendita Husqvarna ed Husaberg e ciò appare curioso perché la molti showroom Husqvarna sono tutt’ora ospitati all’interno delle concessionarie BMW.
In merito allo stabilimento di Cassinetta di Biandronno, oggetto in queste settimane di manifestazioni e proteste da parte dei dipendenti che probabilmente perderanno il lavoro, è stato dichiarato che: "La fornitura dei ricambi ed il servizio clienti per tutti i modelli Husqvarna, fino al MY2013 incluso, sarà garantito a lungo termine e sarà locato nella attuale sede di Biandronno (VA)".

Fotogallery: Husqvarna 2013: TC 250 R - Foto statiche