Presentata a Intermot un nuova versione 2011 della Cruiser di Hinckley

Le novità che Triumph ha presentato ad Intermot 2010 non si fermano alla Speed Triple ma abbracciano tutta la gamma, senza trascurare il settore Cruiser.

Tra tutte spicca la Thunderbird Storm, versione speciale e vitaminizzata della già conosciuta Thunderbird. Visto che i ben 1.600 cc del motore T-16 potevano sembrare pochi, per la Storm gli ingegneri inglesi hanno deciso di aumentare ulteriormente l'alesaggio portandolo a 107 mm, guadagnando quindi altri 100 cc, che consentono al motore britannico di raggiungere i 98 CV.
Il dato di potenza è però poco indicativo, mentre il valore di coppia erogata da questo nerboruto bicilindrico parallelo è di ben 156 Nm a 2.950 giri/min, il che presagisce a una guida sicuramente brillante, a dispetto della mole del mezzo.

La Thunderbird Storm è costruita sul telaio della Thunderbird, già apprezzata per le sue doti dinamiche fuori del comune, specie nel segmento Cruiser. Rispetto ad essa spicca per i doppi fari che da molti anni distinguono i modelli dalla maggior personalità, per il manubrio drag bar e per l'evidentissima colorazione Phantom Black, che comprende anche il motore verniciato in nero.

La sella è stata ribassata a soli 700 mm da terra per accentuare l'immagine Cruiser e offrire una posizione di guida comoda e rilassata. Per offrire una buona dinamica di guida, troviamo una forcella con steli da ben 47 mm e doppi ammortizzatori regolabili su cinque posizioni. L'impianto frenante può far affidamento su una coppia di dischi flottanti da 310 mm con pinze a quattro pistoni, ai quali può essere aggiunto a richiesta l'impianto ABS. Il comparto ruote prevede cerchi in lega a cinque razze che calzano pneumatici Sporting Marathon che la Metzeler ha sviluppato appositamente per la gamma Thunderbird.

Completa l'equipaggiamento il tachimetro piazzato sul serbatoio che, a dispetto di un look vintage, incorpora anche un computer di bordo dotato di orologio, due indicatori parziali e l'indicatore di livello carburante, oltre a un piccolo contagiri.
Per gli incontentabili che vorranno accessoriare la propria Thunderbird Storm (ma anche la versione classica), la Triumph propone una gamma di accessori ufficiali pressochè sconfinata, in quanto ammonta a quasi 100 articoli tra cui scegliere per personalizzare la propria moto.

Fotogallery: Triumph ad Intermot 2010