Si chiamerà come la sorella 690 la naked austriaca 'under-16'

La nuova naked KTM da 125 cc è ormai pronta al debutto e, dopo un periodo in cui erano stati ipotizzati vari nomi, pare proprio che si chiamerà semplicemente Duke. Del resto le linee tese e sfaccettate, la ciclistica professionale e l'impostazione di guida con manubrio alto, nel più puro stile delle naked austriache (690 e 990) non lasciano adito a dubbi sull'indole della nuova monocilindrica 'under 16'.

Progettata e sviluppata a Mattighofen in partnership con l'indiana Bajaj, che di Ktm detiene importanti quote azionarie, la "piccola peste" orange promette divertimento di guida su ogni tipo di strada e perché no, anche in pista, magari nei kartodromi dove corrono abitualmente le supermotard.

La potenza massima arriva al limite dei 15 CV consentiti a chi guida con patente A limitata ed è il frutto di un motore moderno, caratterizzato dalla testata bialbero a 4 valvole per cilindro con raffreddamento a liquido e alimentazione a iniezione elettronica.

Nel video che vi proponiamo si possono osservare le varie fasi di sviluppo del progetto estetico, dai disegni alle maquette fino al layout definitivo delle sovrastrutture. Si tratta di una moto molto importante per la Casa austriaca, che vuole ampliare la propria quota di mercato andando ad insediarsi nel segmento delle 125 cc con una moto che finalmente propone qualcosa di diverso dalle solite sportive o enduro offerte dai Costruttori storicamente più forti in questa cilindrata.

Fotogallery: KTM 125 Duke 2011