C'è anche una piccola escoriazione oltre alla beffa...

E' dalla pagina Facebook dello stesso Nicky Hayden che si scoprono ulteriori dettagli dell'inconsueto inconveniente che non hanno permesso all'americano di guidare al 100% nel corso della gara sul tracciato americano di Indianapolis. A causa di un tombino non chiuso a "regola d'arte", infatti, l'americano si è ritrovato con la tuta danneggiata proprio nell'attaccatura della saponetta, elemento indispensabile per assumure una corretta posizione di guida a centro curva.

Un guaio che, con ogni probabilità, è costato al sempre più convincente pilota USA un posto sul podio ed una escoriazione al ginocchio sinistro: in assenza della protezione, infatti, è stato lo strato di velcro, pelle di canguro e materiale di cui è composta la protezione interna a fungere da "supporto" a centro curva...il quale scaldandosi oltremodo ha provocato la lacerazione della pelle del ginocchio del ducatista.

"Non riesco ancora a crederci - ha dichiarato Hayden - sono delusissimo. Nei primi giri stavo guidando con attenzione perché la pista con questo gran caldo era davvero molto scivolosa. Al terzo giro ho perso un attimo l’anteriore e con il ginocchio ho colpito un tombino su un cordolo dove si è strappato il velcro che trattiene la slide sinistra. Qui sono quasi tutte curve a sinistra… da quel momento in poi ho guidato in maniera assolutamente precaria, non ho potuto forzare mai e sono arrivato a fine gara con la tuta completamente lacerata. Sono dispiaciuto in maniera incredibile, oggi avevamo il passo per fare una grande gara."

Fotogallery: MotoGP, Indianapolis, la saponetta di Nicky Hayden