Tante novità per il motore 2.9 della Trial spagnola

Già profondamente rinnovata con il debutto del MY 2010, la nuova Sherco ST 2011 è stata ulteriormente "rivista e corretta" per affrontare al meglio la prossima stagione. Non si tratta, però, solamente di affinamenti tecnici o stilistici. I tecnici dell'azienda spagnola, infatti, si sono spinti oltre nella progettazione del motore, che è stato completamente rivisto nella costruzione (ora in pressofusione) e di disposizione delle componenti accessorie.

Tra le novità peculiari della nuova unità monocilindrica della 2.9, infatti, c'è l'impianto di raffreddamento, che ora fa capo ad un radiatore estremamente compatto nelle dimensioni ed in una pompa dell'acqua che minimizza la presenza di tubazioni. Novità anche per la frizione idraulica, completamente riprogettata per contenere gli spazi, per il pacco lamellare così come vi sono novità per l'alimentazione che è affidata ad un Dellorto VHST flat alimenato da una pompa in grado di assicurare un miglior afflusso della miscela in ogni condizione.

Nuovamente rivisto il posizionamento del filtro dell'aria, che è posizionato laddove normalmente si penserebbe di trovare il serbatoio. Il nuovo posizionamento permette di allungare la durata del filtro stesso oltre che permettere una miglior respirazione del motore.

Per quanto concerne il telaio non vi sono particolari novità, se non l'introduzione di nuovi tamponi (removibili) di sterzo, mentre per quanto concerne l'estetica sono state messi a punto inediti dettagli ed una colorazione "alla moda".

Fotogallery: Sherco ST 2011