eXtrapola ha valutato il ritorno mediatico della caduta al Mugello

Nonostante il brutto incidente che l'ha visto protagonista al Mugello, Rossi c'è. Non in pista, ovviamente, ma sul web...tanto quanto se non più di prima. Questo è quanto è emerso dalla ricerca portata avanti dalla società di monitoraggio del web eXtrapola.

L'analisi della società di Cattolica evidenzia quanto la Rete abbia a cuore il campione pesarese; gli analisti hanno infatti registrato dei picchi di visibilità nei giorni del 5 e 6 giugno - giorni prossimi all'incidente - con oltre 1.300 notizie di media giornaliera rispetto ad una media di circa 200 notizie al giorno.

La visibilità del campione si è concentrata su siti italiani (54%), seguiti da quelli inglesi (17%) e spagnoli (13%). Molto dibattuto nei social network il tema del trasferimento in eliambulanza all'ospedale di Cattolica (RN) con un picco di 800 clip di cui oltre il 20% provenienti da Twitter e Youtube.

Tra le principali co-citazioni, eXtrapola ha messo in luce il team Yamaha ed il compagno di scuderia Jorge Lorenzo citati rispettivamente nel 43% e 21% dei clip raccolti. Molto citati anche Dani Pedrosa (13%) ed Andrea Dovizioso (9%).

Tra i non-piloti l'attenzione si è concentrata su Roberto Buzzi, responsabile area trauma del CTO "Careggi" (6%), Davide Brivio e Claudio Costa, rispettivamente Team Manager della Yamaha e medico della "Clinica Mobile" che segue il motomondiale tappa per tappa (5% ciascuno). I marchi più citati sono Yamaha (43%), Honda (26%), Ducati (11%), Bridgestone (4%), Repsol Honda e Mediaset (3% ciascuno). Tra le case automobilistiche, oltre allo sponsor Fiat (2%) e la Ferrari (8%), curiosamente anche Mercedes e Renault (1% ciascuno).

eXtrapola ha inoltre valutato attraverso l'applicazione di Pixelquadrato - un algoritmo sviluppato dall'azienda che stima la valorizzazione economica della visibilità online - che l’attenzione ottenuta sul web da Valentino nel periodo analizzato ha avuto un valore di 6.583.630 euro. Niente male davvero!