Gamma boxer e K1200GT (dal 2004) i modelli interessati

Circola da ieri la notizia che oltre 120.000 BMW K1200GT sarebbero oggetto di richiamo da parte del Costruttore tedesco per un problema ai freni generato dalle vibrazioni.

La notizia è parzialmente falsa e al tempo stesso anche vera. Ne abbiamo verificato la fondatezza con Bmw Motorrad Italia scoprendo che il richiamo, di cui in questi giorni saranno informati i possessori dei modelli interessati, riguarda non solo la K1200GT - di cui peraltro non sono nemmeno mai stati costruiti 120 mila esemplari... - bensì 17.500 moto immatricolate in Italia negli ultimi 4 anni. Si tratta di R1200GS (anche Adventure), R1200R, R1200RT, R1200ST e, appunto, K1200GT.

L'intervento consiste nella sostituzione di una tubazione rigida dell'impianto frenante anteriore che, a causa delle sollecitazioni derivanti dall'utilizzo della moto, con l'accumularsi dei km, potrebbe permettere piccole perdite di liquido e nel lungo periodo ridurre l'efficacia frenante del freno anteriore.

In relazione a questa problematica non si è verificato nessun incidente ed il numero di veicoli su cui Bmw ha riscontrato leggere perdite di liquido è molto basso, inferiore all'1 per mille.

I proprietari delle moto soggette alla campagna di richiamo sono già stati avvisati o lo saranno a breve tramite lettera raccomandata. In caso di dubbio il Costruttore invita a contattare uno dei centri assistenza ufficiali BMW Motorrad oppure il servizio clienti all'indirizzo bmw@bmw.it indicando nella e-mail il numero di telaio della propria moto.

Fotogallery: BMW R1200 GS 2008